NEWS

Camera di Commercio. Cgil Cisl Uil: «Fino ad oggi dibattito stonato»


Dichiarazioni di Paolo Burli (Cgil del Trentino), Lorenzo Pomini (Cisl Trentino) e Walter Alotti (Uil Trentino)

«Abbiamo assistito in queste settimane con grande perplessità al confronto tra le associazioni datoriali sulla nomina del nuovo presidente della Camera di Commercio di Trento. Confidavamo nella capacità dei rappresentanti delle imprese di affrontare, in modo trasparente e con programmi definiti, le sfide che riguardano le funzioni dell'ente camerale.

Così non è stato e fino ad oggi abbiamo ascoltato un dibattito stonato, in cui i veri assenti sono i progetti utili al rafforzamento del tessuto economico e produttivo della nostra terra, alle prese con il perdurare della recessione, con un alto livello di disoccupazione e la progressiva riduzione delle risorse pubbliche dell'Autonomia. A parte poche voci fuori dal coro, di tutto questo non si è discusso.

Ora attendiamo la nomina del nuovo presidente senza schierarci perché crediamo che tocchi alle imprese individuare chi deve assumere la responsabilità di guidare la Camera di Commercio, preferibilmente senza dividere il mondo produttivo. A chiunque dovesse essere eletto, chiederemo iniziative chiare, a partire da una reale sobrietà negli emolumenti e da progetti che non abbiano come presupposto la spartizione degli incarichi, ma il sostegno concreto alla ripresa economica e al consolidamento del tessuto produttivo ed occupazionale della nostra terra».

7 agosto 2014

 

 

TORNA SU