NEWS

GIOVANI E OCCUPAZIONE. ACCORDI PER IL LAVORO ESTIVO

Coinvolta anche Agenzia del Lavoro. Intanto prosegue Garanzia Giovani 

GIOVANI E OCCUPAZIONE. ACCORDI PER IL LAVORO ESTIVO

Cgil Cisl Uil del Trentino hanno sottoscritto due distinte intese con Confindustria Trento e l'Associazione Artigiani per il lavoro estivo dei giovani. Si tratta di intese sperimentali che, all'interno di meccanismi di alternanza studio-lavoro, cercano di sostenere i giovani nell'acquisizione di saperi direttamente legati a quanto avviene nei luoghi di lavoro. Un'occasione in più per aiutare i giovani ad inserirsi nel mercato del lavoro anche prima della fine del percorso di studio acquisendo così nuovi strumenti per raccordare il proprio profilo formativo con la realtà occupazionale.

Per quanto riguarda Confindustria l'intesa è collegata all’iniziativa “Dire, fare, lavorare”, l’azione sul lavoro estivo prevista dal progetto “Giovani Industriosi” della stessa Confindustria Trento. L’iniziativa proposta dagli industriali trentini, rinnovata con ì'accordo sindacale anche per il 2014, è stata intrapresa per la prima volta nel 2012.

“Dire, fare, lavorare” è pensata per incoraggiare l’inserimento temporaneo in azienda, nel periodo estivo, di studenti di licei, istituti tecnici e professionali, universitari e neolaureati. L’obiettivo è consentire agli studenti di fare esperienza lavorativa già in età scolare e alle aziende di entrare in contatto con giovani motivati. Inoltre in questo modo gli studenti possono unire alla formazione intellettuale un’attività manuale, che arricchisce il proprio bagaglio umano e professionale.

Le modalità attraverso le quali potrà formalizzarsi la permanenza del giovane in azienda, in un periodo compreso tra giugno e ottobre, sono due. Da una parte il tirocinio di orientamento, con una durata compresa tra le 2 e le 12 settimane e un'indennità settimanale fissa. Dall’altra il contratto a termine "estivo", applicabile da un minimo di 2 settimane a un massimo di 15 con l'applicazione dei minimi tabellari dei contratti collettivi nazionali di settore.

Nel progetto, come di consueto, è stata coinvolta anche l’Agenzia del Lavoro, che fornirà il necessario supporto operativo all’iniziativa. Sarà infatti Agenzia a raccogliere le adesioni degli studenti e a indirizzarle alle aziende sulla base dei profili richiesti.

L'accordo con gli Artigiani replica un'analoga intesa attuata nel corso del 2013. Anche quest'anno quindi tra il 1° giugno e il 30 settembre (con un'estensione fino al 15 ottobre per gli universitari) gli studenti della formazione professionale, degli istituti superiori e dell'università potranno essere selezionati per effettuare un'eserienza di lavoro in un'azienda artigiana.

Anche in questo caso sono previste due modalità di accesso: il tirocinio di orientamento della durata massima di un mese con il percepimento di un'indennità settimanale e il contratto a termine "estivo" con l'applicazione dei minimi tabellari del contratto collettivo di lavoro di riferimento.

Anche per il settore artigiano è previsto il coinvolgimento dell'Agenzia del Lavoro che sarà coinvolta all'interno di una convenzione con l'Associazione Artigiani.

4 giugno 2014

 

 

TORNA SU