NEWS

Turismo. Anche in Trentino sciopero per il contratto

Mobilitazione nazionale di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil oggi, venerdì 16 maggio per chiedere il rinnovo del contratto degli addetti di alberghi, bar e ristoranti. Presidio al mattino sotto la sede dell'Unione Commercio a Trento. &am

Turismo. Anche in Trentino sciopero per il contratto

Un anno senza il rinnovo del contratto di lavoro. È questa la condizione delle lavoratrici ed i lavoratori di alberghi, agenzie di viaggio, tuor operator, bar e ristoranti in Italia per la mancata volontà delle associazioni di categoria di Confindustria, Confesercenti, Fipe, Confcommercio e Fiavet che non intendono giungere ad un accordo per garantire la difesa del potere d'acquisto dei salari e migliorare le condizioni di lavoro dei propri addetti. 

Per questo motivo Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil oggi, venerdì 16 maggio organizzano una giornata di sciopero nazionale di tutti di dipendenti del comparto turismo e ristorazione che interessa quindi quasi un milioni di lavoratrici e lavoratori in Italia. Sarà quindi una giornata di sciopero e mobilitazione anche in Trentino: oggi, a partire dalle 10 del mattino, i sindacati provinciali di categoria di Cgil Cisl Uil organizzeranno anche un presidio sotto la sede dell'Unione Commercio Turismo e Attività di Servizio a Trento in via Solteri.

Per le organizzazioni sindacali trentine, il rinnovo del contratto di settore, nonché l'avvio di una trattativa seria per l'adozione di un accordo integrativo territoriale, sono fattori decisivi per garantire un rilancio della domanda interna e quindi dell'economia provinciale, nonché uno strumento insostituibile per sostenere, da una parte, la qualità del servizio offerto ai milioni di turisti che, ogni anno, raggiungono il Trentino e quindi, dall'altra, rafforzare l'attrattività turistica di tutto il territorio provinciale.

13 maggio 2014

 

 

TORNA SU