NEWS

Caaf Cgil Nordest. Raccolti quasi 2 milioni di euro per la solidarietà

Gli ultimi interventi in Malì per portare acqua a 365 villaggi. In Trentino aderisce quasi l'80% di chi presenta la dichiarazione dei redditi agli sportelli del Caaf Cgil 

Il Caaf Cgil del Trentino, assieme alle società di servizi di Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia, da anni è impegnato in numerosi progetti di solidarietà. L'ultimo degli interventi messi in cantiere riguarda la regione del Dogon nel Mali dove da aprile a luglio di quest'anno, per esempio, sono stati inaugurati cinque pozzi che garantiranno un più facile approvigionamento di acqua a circa 100 mila abitanti di una trentina di villaggi.

Fino a quest'anno il Caaf non era presente nel paese africano per l'insicurezza della zona, ma nei prossimi mesi il progetto prevede la riattivazione di nove pozzi resi inservibili dalla guerriglia del nord del Mali, mentre altri nuovi pozzi saranno costruiti nella terra del Dogon. Il progetto, che prevede un intervento di 120.000 euro, terminerà nel 2014 con la fornitura di acqua a 365 villaggi e a 300 mila persone.

«Per finanziare i progetti di solidarietà – spiega Rosanna Tranquillini del Caaf Cgil del Trentino - chiediamo di aggiungere 50 centesimi a chi viene da noi a farsi compilare il modello 730 e il modello Unico che vengono immediatamente raddoppiati dalla Caaf che a carico del proprio bilancio aggiunge un importo analogo. In tal modo, dal 1999 al 2012, abbiamo raccolto 1.994.841 euro, realizzando progetti in Bosnia, in Palestina, in Eritrea, in Senegal, in Argentina e in tanti altri paesi dove si vive in povertà o senza quei beni primari indispensabili alla vita. Vi sono stati poi anche interventi in Italia come a Vicenza con lo straripamento del Bacchiglione».

Gli utenti del Caaf Cgil del Trentino risultano essere tra i più generosi del Nordest con una quota di adesione ai progetti che sfiora l'80%. Con le risorse raccolte, negli anni sono state costruite case per anziani, asili per bambini, cooperative di donne, centri medici, ambulatori ginecologici e odontoiatrici, scuole e officine e sono state acquistate ambulanze, attrezzature per costruzioni edili e mezzi di trasporto, alimenti e medicinali per strutture ospedaliere.Va detto che è possibile aderire ai progetti di solidarietà, oltre che usufruendo dei servizi fiscali del Caaf Cgil del Trentino, anche effettuando un versamento sull'apposito contro corrente postale (n. 52209822).


2 agosto 2013

 

 

TORNA SU