NEWS

Scuola. Bertoldi (Flc Cgil): “Pronti ad accordi per il 100% dell''organico in ruolo”

Iniziate al palazzo dell''istruzione di via Gilli le nomine dei supplenti annuali che si concluderanno giovedì 29 agosto. Al via anche le supplenze per la scuola dell''infanzia e il personale ata

Sono iniziate stamane con gli insegnanti di sostegno e con le prime cattedre della scuola primaria e si concluderanno giovedì 29 agosto con gli insegnamenti delle discipline scientifiche, economiche e giuridiche negli istituti superiori, le operazioni per l''assegnazione degli incarichi a tempo determinato per i docenti delle scuole a carattere statale della Provincia di Trento. Contestualmente hanno preso avvio le assegnazioni dei contratti a tempo determinato per il personale Ata, per gli assistenti educatori e per gli insegnanti della scuola dell''infanzia. «Come ogni anno – interviene a questo proposito la segretaria genegale della Flc Cgil del Trentino – queste sono giornate convulse per gli insegnanti inseriti in graduatoria provinciale che debbono rispondere alla chiamata per le supplenze annuali. Per questo motivo, come ogni anno, la Flc Cgil del Trentino è presente per offrire sostegno, informazioni e consulenza a tutti i docenti precari alle prese con le operazioni legate all''assegnazione della cattedra a tempo determinato». Ma le convocazioni di questi giorni per la Flc Cgil del Trentino sono l''occasione per riaffermare la necessità di aprire un confronto serio con l''amministrazione provinciale così da giungere alla copertura con personale di ruolo di tutte le cattedre previste dall''organico di diritto.«Si tratterebbe di un atto di civiltà – riafferma Bertoldi – che ridurrebbe almeno in parte il ricorso a forme contrattuali precarie che non permettono all''insegnante di garantire continutà didattica ai propri alunni e alle loro famiglie e che quindi in qualche modo riducono la qualità complessiva del servizio offerto alle famiglie e alla comunità». «Per raggiungere l''obiettivo della copertura al 100% delle cattedre con personale di ruolo – conclude la segretaria della Flc Cgil del Trentino – noi siamo pronti a sederci intorno ad un tavolo con la Provincia per trovare un accordo che qualifichi l''offerta degli istituti scolastici, garantisca la stabilizzazione ad un numero maggiore di giovani insegnanti e renda più efficiente il sistema dell''istruzione in Trentino». 21 agosto 2013

 

 

TORNA SU