NEWS

Whirlpool. I lavoratori approvano all’unanimità l’accordo-quadro

Questa mattina l’assemblea nella sede di Spini di Gardolo dopo la sottoscrizione del protocollo d’intesa. Grasselli: “E’ solo l’inizio: sarà la carta della speranza. Il testo detta il percorso da seguire”

A poche ore dalla firma del Protocollo d’intesa tra organizzazioni sindacali, Whirlpool e Provincia, le lavoratrici e i lavoratori della multinazionale americana hanno approvato all’unanimità il testo dell’accordo quadro. L’assemblea dei dipendenti del primo turno, riuniti questa mattina alle 8 del mattino, ha ripercorso i punti salienti del documento.
 
“L’accordo quadro sancisce definitivamente la chiusura dello stabilimento – ha esordito nel corso dell’assemblea Roberto Grasselli, segretario Fiom Cgil del Trentino – Abbiamo preso atto di un fatto grave: la Whirlpool chiude. Nel testo ci sono allora una serie di capitoli che andranno riempiti con coraggio”.
 
Il protocollo d’intesa, come rimarca Grasselli, è infatti il punto di partenza: “E’ una carta d’intenti – precisa – Un embrione, senza il quale sarebbe rimasta solo la disperazione: questa è la carta della speranza”. Nel corso della trattativa si entrerà sempre più nel dettaglio: “Ogni punto – ha spiegato Grasselli – darà seguito ad altrettanti accordi specifici: il testo detta il percorso di lavoro”.
 
Una volta letto il testo del protocollo, i lavoratori del primo turno hanno quindi votato il testo all’unanimità. IN serata poi è arrivato il voto favorevole anche dall'assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori del secondo turno.

Ora il confronto proseguirà nelle prossime settimane per definire tutti i dettagli dell'accordo sia sul fronte degli ammortizzatori che su quello della reindustrializzazione dello stabilimento di Spini di Gardolo. 

 
12 luglio 2013

 

 

TORNA SU