NEWS

Diversity management. 17/5 seminario tsm LaReS

In occasione della giornata internazionale contro l'omofobia, la scuola di formazione sindacale ospita un approfondimento su orientamento sessuale e identità di genere nei luoghi di lavoro.

Diversity management. 17/5 seminario tsm LaReS

Ancora oggi in moltissimi paesi la libera espressione della propria identità sessuale è causa di discriminazioni e repressioni soprattutto quando questa si identifica con l'omosessualità. In quasi 80 paesi nel mondo ancora oggi amare una persona dello stesso sesso è considerato illegale. Proprio per ricordare la drammaticità del fenomeno nel 2004 nacque l'idea di una Giornata Internazionale contro l'Omofobia e la Transfobia (IDAHO) che venne celebrata per la prima volta il 17 maggio 2005, a quindici anni esatti dal giorno in cui, nel 1990, l'Organizzazione Mondiale della Sanità, decise di togliere l'omosessualità dall'elenco dei disturbi mentali.

La giornata del 17 maggio è stata riconosciuta, tra gli altri, anche dal Parlamento europeo che, nell'aprile del 2007, approvò una specifica risoluzione in materia, anche per contrastare le misure che proprio in quei mesi il governo polacco annunciò di voler adottare per il licenziamento degli insegnanti che sostenessero i diritti di gay e lesbiche.

In occasione di questa ricorrenza, il 17 maggio a Trento tsm LaReS, il Laboratorio di Relazioni Sindacali, promosso da Cgil Cisl Uil del Trentino e tsm-Trentino School of Management, organizzerà un seminario intitolato “Diversity management: orientamento sessuale e identità di genere nei luoghi di lavoro”. La giornata si articolerà in una mattinata di formazione per funzionari e delegati sindacali, nella quale docenti universitari ed esperti di diritto forniranno il quadro teorico e legislativo della situazione in Italia, per quel che concerne l’orientamento sessuale e l’identità di genere sui posti di lavoro. 

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14.30 presso la sede di tsm-Trentino School of Management in via Giusti 40 a Trento, il seminario si aprirà a tutta la cittadinanza. Il programma prevede tre interventi coordinati da Beatrice Gusmano (Centro Studi Interdisciplinari di Genere - Università di Trento) e da Alexander Schuster (Facoltà di Giurisprudenza - Università di Trento).

In particolare, Raffaele Lelleri dell'Università di Bologna presenterà la ricerca “Io sono io lavoro”, la prima indagine su scala nazionale sulla discriminazione sul lavoro di omosessuali, lesbiche e transessuali. A seguire Cinzia Sechi, della Confederazione europea dei Sindacati (CES-Etuc), illustrerà il progetto “Extending Equality”, promosso dalla CES per responsabilizzare i sindacati in merito alla discriminazione per orientamento sessuale e identità di genere. Infine, prima del dibattito, Michela Papette, presidente di Arcilesbica Trento, presenterà la campagna “Firmalove”, una raccolta firme a sostegno del varo di una legge provinciale di iniziativa popolare per il contrasto alle discriminazioni determinate dall'orientamento sessuale.

Il seminario e il convegno “Diversity Management” sono un'iniziativa di tsm LaReS, la scuola di formazione promossa da Cgil Cisl Uil del Trentino e da tsm-Trentino School of Management, con il sostegno della Provincia autonoma di Trento. Il Laboratorio Relazioni Sindacali ha lo scopo di creare un luogo di riflessione, condivisione e formazione per delegati, quadri e dirigenti sindacali delle organizzazioni confederali del Trentino e si occupa di temi quali il diritto del lavoro, le relazioni industriali, la rappresentanza sindacale e le politiche pubbliche. LaReS nasce su iniziativa di Cgil Cisl Uil del Trentino che hanno condiviso la necessità di qualificare il sistema di relazioni industriali a livello aziendale e di territorio come valore strategico rispetto agli obiettivi della competitività economica, della partecipazione democratica e della coesione sociale di un'intera comunità.

Le relazioni tra i diversi attori dello sviluppo risentono infatti delle profonde trasformazioni dei sistemi economici e sociali e del mercato del lavoro che, per non essere semplicemente subite, impongono un processo di formazione continua a chi svolge un ruolo direttivo all'interno delle associazioni di rappresentanza a livello territoriale, aprendo queste al confronto con le migliori esperienze in Europa e nel resto del mondo.Le attività di tsm LaReS sono coordinate da Silvia Bruno e sono gestite da un Comitato di Indirizzo composto dal direttore generale di tsm-Trentino School of Management, Mauro Marcantoni, dal presidente di Agenzia del Lavoro, Michele Colasanto, e dai rappresentanti di Cgil Cisl Uil del Trentino.

14 maggio 2013

 

 

TORNA SU