NEWS

Telecom Italia, chiude l'ultimo punto vendita rimasto in Trentino

Slc Cgil: "Scelta miope sotto il profilo commerciale e dannosa per i cittadini"

Telecom Italia, chiude l'ultimo punto vendita rimasto in Trentino«Telecom Italia è determinata nel portare avanti una strategia di progressivo abbandono della sua presenza “fisica” sul territorio trentino. Questa impostazione, oltre ad essere miope dal punto di vista strettamente commerciale, risulta dannosa nei confronti dei lavoratori e dei cittadini». Lo dichiara il segretario generale Slc Cgil del Trentino Lucio Omezzolli, commentando l'annuncio, da parte di Telecom Italia, della chiusura del punto vendita e assistenza di Vicolo del Vò a Trento. Era l'ultimo negozio “a gestione diretta Telecom” presente sul territorio provinciale, e lo scorso anno era stato premiato da Telecom come migliore negozio d'Italia per le vendite e per la qualità del servizio reso alla clientela. Cinque i posti di lavoro in fumo: i lavoratori interessati, secondo i piani aziendali, dovrebbero comunque essere ricollocati all'interno del gruppo. «Ma al di là dell'aspetto occupazionale - sottolinea Omezzolli - ciò che preoccupa è l'atteggiamento complessivo dell'azienda. A differenza di quanto attuato dai concorrenti nazionali e locali – sostiene il sindacalista Slc Cgil - il management di Telecom Italia non sembra in alcun modo interessato al radicamento sul territorio, ma persegue invece l'obiettivo opposto. Le ragioni di questa scelta sono economicamente immotivate, con il solo effetto di produrre ricadute gravi per i lavoratori e per una clientela già sufficientemente disorientata». 8 febbraio 2006

 

 

TORNA SU