NEWS

Pubblico impiego. Venerdì sciopero nazionale contro la spending review

La protesta di Cgil e Uil del 28 settembre contro i provvedimenti del governo Monti. A Roma manifestazione nazionale. Domani assemblea del pubblico impiego a Trento

Pubblico impiego. Venerdì sciopero nazionale contro la spending review

Fin dal suo varo, le categorie del pubblico impiego di Cgil e Uil a livello nazionale hanno manifestato tutta la propria contrarietà ai provvedimenti messi in atto dal Governo Monti attraverso la cosiddetta “spending review”. Provvedimenti che, ancora una volta, non vanno nella direzione chiesta delle organizzazioni sindacali di provvedere ad una riorganizzazione condivisa della Pubblica Amministrazione per concentrarsi sulla realizzazione di tagli lineari, illogici e buoni solo a peggiorare il servizio pubblico.

Tagli indiscriminati che, a livello nazionale, colpiranno servizi fondamentali come la sanità, l’assistenza, piuttosto che la sicurezza e l’istruzione, con ricadute che si “abbatteranno” sia sui dipendenti pubblici, sia, più in generale, su tutta la popolazione e soprattutto su quei ceti con scarsa capacità economica, riducendo il perimetro dei servizi pubblici. Contro i tagli alla spesa pubblica, contro i piani di efficientamento della pubblica amministrazione attuati senza il confronto con le organizzazioni sindacali, contro la riduzione dei servizi ai cittadini, le categorie del pubblico impiego statale, della sanità, dell'università e degli enti locali di Cgil e Uil hanno proclamato uno sciopero generale per venerdì 28 settembre, in concomitanza del quale si terrà a Roma una grande manifestazione nazionale di protesta.

L'astensione dal lavoro durerà 8 ore o l'intero turno di lavoro e riguarderà tutti i dipendenti pubblici della Provincia autonoma di Trento, delle funzioni centrali, della sanità, delle autonomie locali e dell'ateneo di Trento. «Lo sciopero di venerdì 28 settembre – dichiarano a questo proposito i segretari generali di Fp Cgil del Trentino e Uil Fpl del Trentino, Giampaolo Mastrogiuseppe e Silvia Bertola – è un momento molto importante anche per il Trentino. Con la mobilitazione i dipendenti pubblici lanciano un messaggio anche a piazza Dante: nessuno può decidere il destino del lavoro pubblico e dei servizi ai cittadini senza confrontarsi anche con le migliaia di lavoratrici e di lavoratori del settore».

In vista dello sciopero di venerdì, Fp Cgil e Uil Fpl organizzeranno domani, martedì 25 settembre, dalle ore 10.30 alle ore 12.30 presso il cinema Vittoria di via Manci a Trento un'assemblea generale dei dipendenti pubblici in Trentino per illustrare le ragioni della mobilitazione e per raccogliere le ultime adesioni alla manifestazione nazionale che venerdì porterà a Roma anche una folta delegazione dei lavoratori pubblici trentini.

24 settembre 2012

 

 

TORNA SU