NEWS

Riorganizzazioni Poste. La precisazione della Slc Cgil del Trentino

Dichiarazioni di Daniela Tessari (segreteria Slc Cgil del Trentino)

«La Slc Cgil del Trentino ritiene fondamentale il dialogo sociale e ribadisce la volontà di mantenere aperto un tavolo di confronto con Poste Italiane. La riunione di ieri con i vertici dell'azienda non è saltata quindi per il venir meno di questa disponibilità, semmai per l'esatto opposto. L'incontro a livello regionale infatti sarebbe stato improduttivo. Fino ad oggi, l'articolazione del servizio postale, e quindi il confronto sindacale, si è realizzata a livello provinciale nel rispetto della titolarità delle due province autonome.

Tenere un incontro a livello regionale ben sapendo che poi avremmo dovuto aprire necessariamente due negoziati diversi a Trento e Bolzano, sarebbe stato quindi inutile. Confidiamo quindi che l'azienda ci convochi prima possibile a Trento per discutere nel dettaglio i possibili interventi per evitare il più possibile le chiusure degli sportelli in Trentino annunciate nelle settimane scorse e le modalità per valorizzare il lavoro e la professionalità di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori di Poste Italiane nella nostra provincia».

20 luglio 2012

 

 

TORNA SU