NEWS

Costi della politica. Burli (Cgil), Pomini (Cisl) Monari (Uil): “Primo positivo taglio, ora lo si attui subito”

Dichiarazioni dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil del Trentino, Paolo Burli, Lorenzo Pomini ed Ermanno Monari sull'incontro odierno con la presidente del Consiglio della Regione autonoma Trentino Alto Adige-Suedtirol, Rosa Thaler 


«L'incontro di questa sera si è rivelato cordiale e proficuo. La presidente Thaler ci ha illustrato la proposta condivisa con i gruppi del Consiglio regionale che dovrà consentire un taglio degli emolumenti netti complessivi dei consiglieri regionali di circa il 10 per cento e di circa il 25 per cento delle indennità di funzione spettanti ai presidenti dei consigli regionale e provinciali, dei membri degli uffici di presidenza, dei presidenti delle giunte e degli assessori.

Si tratta una proposta positiva che, oltre a garantire risparmi tangibili, ancorché non risolutivi, per le casse pubbliche in un momento di grave crisi economica e sociale, supera un meccanismo palesemente elusivo come la diaria esentasse, sottoponendo la corresponsione di rimborsi a precise rendicontazioni delle spese.

Così finalmente si dà una prima concreta attuazione delle richieste di maggiore sobrietà avanzate dalle lavoratrici e dai lavoratori, dalle pensionate e dai pensionati trentini e altoatesini che lo scorso 15 novembre, a Bolzano, avevano manifestato per sollecitare un taglio dei costi della politica.

Ora chiediamo ai consiglieri regionali di tutte le forze politiche di dimostrare coraggio e lungimiranza fino in fondo. Vogliamo infatti che queste norme siano approvate prima possibile e entrino in vigore subito fin da questa legislatura.

Ogni indugio su questo fronte susciterebbe una netta contrarietà e nuove iniziative di mobilitazione da parte delle nostre organizzazioni e di tutti i nostri aderenti».

3 luglio 2012

 

 

TORNA SU