NEWS

Al via il Festival dell'Economia

"Cicli di vita e rapporti tra generazioni", il titolo della settima edizione. Tra il popolo degli scoiattoli, il 1° giugno anche il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso. 

Al via il Festival dell'Economia

Prende il via la settima edizione del Festival dell'Economia di Trento, intitolato quest'anno "Cicli di vita e rapporti tra generazioni". Sarà comunque la crisi ad orientare i dibattiti e i confronti tra illustri protagonisti della vita economica, sociale e scientifica durante i quattro giorni dello scoiattolo.

Tra gli appuntamenti più significativi per quanto riguarda le tematiche del lavoro e dello sviluppo c'è quello di venerdì 1° giugno alle ore 11. Per il "pro e contro" sul tema "Posto insicuro subito o posto fisso dopo?" presso la sala Depero della Provincia gli economisti del lavoro spagnolo, Samuel Bentolila e italiano, Pietro Garibaldi, il premio Nobel, Christopher Pissarides, e la segretario generale della CGIL, Susanna Camusso di scuteranno i risultati di un’indagine campionaria dai quali emerge il sostegno oggi presente per riforme che unifichino il mercato del lavoro superando la distinzione fra lavoratori precari e persone con contratti a tempo indeterminato.

Camusso sarà anche protagonista dell'incontro con Chiara Saraceno, autrice del libro "Cittadini a metà. Come hanno rubato i diritti degli italiani" che si terrà alle ore 12.30 sempre presso la sala Depero della Provincia.

Ma gli appuntamenti del festival sono come ogni anno moltissimi. Tra i tanti esperti che frequenteranno le strade di Trento, vanno segnalati il già citato Christopher Pissarides (I giovani e l'Europa: quale prospettiva per il mercato del lavoro, gio 31/5 ore 18.30 c/o teatro Sociale), John C. Haltiwanger, professore di Economia all’University of Maryland (L'età della creazione dei posti di lavoro, sab 2/6 ore 10.30 c/o sala del Consorzio dei Comuni, via Torre Verde), il premio Nobel Dale T. Mortensen (Dopo la grande crisi... ripresa o stagnazione?, dom 3/6 ore 17.00 c/o teatro Sociale), Barry Eichengreen, professore di economia e scienze politiche alla University of California, Berkeley, (Crescita in un'economia matura, ven 1/6 ore 18.00, c/o teatro Sociale), Gøsta Esping-Andersen, professore di Sociologia all’Universitat Pompeu Fabra di Barcellona (Stabilità della famiglia e rivoluzione nel ruolo delle donne, ven 1/6, ore 10.30, c/o Consorzio dei Comuni in via Torre Verde), Eric A. Hanushek, senior fellow presso l’Hoover Institution della Stanford University (Stiamo derubando i nostri figli? ven 1/6, ore 19.00 c/o palazzo Geremia), Laurence J. Kotlikoff, professore di economia alla Boston University (Game over: come farla finita con l'abuso fiscale all’infanzia, sab 2/6 ore 16.00, c/o aula magna della Facoltà di Giurisprudenza), Eric Maskin, premio Nobel per l’Economia nel 2007 (Perché tendiamo a procrastinare?, sab 2/6, ore 16.30 c/o sala Depero del palazzo della Provincia).

Ma il festival è anche in piazza. Da giovedì 31 maggio a domenica 3 giugno presso la tenda aperta in piazza Duomo ogni giorno si terranno incontri e dibattiti animati da rappresentanti del sindacato trentino, delle associazioni imprenditoriali, della Provincia autonoma di Trento e delle sue società di sistema. Il programma prende avvio in contemporanea con l'inaugurazione del festival: alle 17.00 di giovedì 31 maggio Michele Colasanto, Lorenzo Pomini, Franco Ianeselli, Paolo Ferrari, Gianni Anichini, Adriano Chinellato discuteranno della riforma degli ammortizzatori sociali in Trentino.

30 maggio 2012

 

 

TORNA SU