NEWS

Lavoro. 2 giugno manifestazione di CGIL, CISL e UIL

A Roma, in occasione della festa della Repubblica una grande manifestazione sindacale unitaria per “avviare un percorso rivendicativo che chiede risposte sui temi del lavoro e del fisco.

Lavoro. 2 giugno manifestazione di CGIL, CISL e UIL

Il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, i sindacati scenderanno in piazza a Roma. Ad annunciarlo oggi (8 maggio) i Segretari Generali di CGIL, CISL e UIL, Camusso, Bonanni e Angeletti nel corso di una conferenza stampa. Un'importante manifestazione sindacale dal “forte valore simbolico” come affermato dalla leader della CGIL, Susanna Camusso, proclamata per “cambiare la politica economica del governo”.

“Non esiste decisione analoga nella storia d'Italia, mai si è tenuta una manifestazione sindacale il 2 giugno. Non sarà semplicemente una celebrazione - spiega Camusso - ma una grande manifestazione sindacale unitaria che avvia un percorso rivendicativo che chiede risposte sui temi del lavoro e del fisco”.

“Se non si danno risposte al lavoro - prosegue il Segretario Generale della CGIL - questo Paese non ce la fa, se non si parte dal lavoro e dal reddito dei lavoratori l'unica prospettiva è il baratro”. Inoltre, Camusso avverte: “il punto di rottura è molto vicino. E' auspicabile e rivendicabile che il governo cambi la politica economica. Per questo saremo in piazza a Roma nel pomeriggio del 2 giugno, una grande manifestazione sindacale che chiede risposte: se non ci saranno bisognerà continuare. Servono scelte, non ci sono alibi. Se si continua a viaggiare dietro l'alibi dell'Europa si fanno solo scelte recessive” conclude Camusso.

Dal Trentino partiranno almeno quattro pullman. La Cgil del Trentino organizzerà le partenze al mattino del 2 giugno da Cles (ore 4.15, piazza Fiera)Trento (ore 5.00, piazzale ex Zuffo), Riva del Garda (ore 4.45, stazione dell corriere), Arco (ore 5.00, davanti al Casinò) e Rovereto (ore 5.00, casello A22 Rovereto sud). Per informazioni e prenotazioni è sufficiente telefonare al numero 0461 303911 o scrivere una mail all'indirizzo accoglienza@cgil.tn.it .

9 maggio 2012 

 

 

TORNA SU