NEWS

Scuola. Al via i tirocini abilitanti

Ammessi senza test i precari con 3 anni di anzianità di servizio, ma manca l'atto ufficiale. La Flc del Trentino chiede che l'insegnamento in provincia valga per i tirocini svolti in altre regioni. Dall'11 maggio tre incontri di preparazione al&

Scuola. Al via i tirocini abilitanti

Il varo del bando per l'avvio dei tirocini formativi attivi presso l'Università di Trento era atteso da centinaia di insegnanti che, dopo la soppressione delle Ssis, hanno nel tfa l'unico canale di abilitazione. Per questo la Flc Cgil del Trentino giudica positivamente questo passaggio, come positivo è l'annuncio del ministro Profumo secondo cui i precari con tre anni di anzianità di servizio potranno iscriversi ai tfa in sovrannumero e senza la preselezione. Ma per precauzione la Flc Cgil del Trentino suggerisce a tutti gli insegnanti, anche a quelli in possesso del requisito di anzianità, di iscriversi comunque al tfa e sostenere la prova di accesso. Il provvedimento ministeriale ufficiale potrebbe infatti tardare.

I tirocini formativi attivi e il bando dell'Università di Trento
I tfa infatti sono il nuovo canale per l'abilitazione all'insegnamento dopo la soppressione, a partire dall'anno scolastico 2008/2009, delle scuole di specializzazione all'insegnamento, le cosiddette Ssis. Da allora e fino al varo dei tfa, gli insegnanti non avevano alcun percorso per accedere a forme di abilitazione. Stante la legislazione attuale, essere privi dell'abilitazione significa non poter aspirare in alcun modo alla cattedra di ruolo. Ma ciò non impedisce a moltissimi insegnanti di lavorare come supplenti pescati dalle graduatorie di istituto. Così, in molti hanno accumulato diversi anni di servizio passando da un contratto a termine all'altro.
Il bando dell'Università di Trento prevede 153 posti per l'abilitazione di altrettanti insegnanti nelle classi di concorso di materie umanistiche (57), scientifiche (53) e linguistiche (43). Il termine ultimo fissato dall'ateneo per formalizzare l'iscrizione è l'8 giugno prossimo. Il calendario delle prove di accesso ai tfa per singole classi di concorso partirà invece il 6 luglio e si concluderà il 31 luglio.
VAI al sito internet dedicato ai tfa dell'ateneo trentino

Gli insegnanti precari con tre anni di anzianità
Come detto, non per tutti i docenti ancora privi di abilitazione sarà obbligatorio il test preselettivo per l'accesso ai tirocini formativi attivi. Lo ha annunciato il ministro dell'istruzione, Francesco Profumo, dopo un incontro con le organizzazioni sindacali che si è tenuto a Roma il 3 maggio scorso. I docenti che hanno alla spalle almeno tre anni di servizio come insegnanti dovrebbero infatti potersi iscrivere in sovrannumero ai tfa saltando a piè pari il test di ingresso. Ma il condizionale è d'obbligo. Gli atenei italiani, compreso quello di Trento, hanno già avviato le procedure per le prove di accesso ai tirocini ed il provvedimento formale del ministero potrebbe tardare, tanto da giungere dopo la scadenza dei termini di iscrizione ai tfa. Così, per evitare il rischio di essere estromessi dai tfa appena banditi, è bene che anche gli insegnanti in possesso del requisito dei tre anni di anzianità di servizio, si iscrivano regolarmente ai tirocini e alle prove di accesso previste dalla normativa vigente. Se poi, come auspicano i sindacati, il governo modificasse in tempi record le norme garantendo l'accesso senza test d'ingresso, gli insegnanti in possesso dei requisiti potranno far valere il proprio diritto all'ammissione in sovrannumero.
LEGGI la nota della Flc Cgil del Trentino

Gli insegnanti trentini che svolgono il tirocinio in atenei fuori provincia
Un altro problema legato al varo dei tfa è quello dei docenti attualmente privi di abilitazione e che, pescati dalla terza fascia delle graduatorie di istituto in Trentino, lavorano come supplenti in discipline per le quali l'Università di Trento e la Provincia non hanno inteso attivare i tirocini. Molti di questi insegnanti saranno costretti a partecipare ai percorsi di abilitazione presso altri atenei italiani, dove invece sarà attivato il tfa per la propria specifica classe di concorso. Il problema è che, stante la situazione attuale, questi insegnanti dovrebbero svolgere il tirocinio nelle scuole delle regioni che ospitano il loro tfa. Già nell'autunno 2011 la Flc Cgil aveva proposto alla Provincia di fare in modo che il lavoro presso gli istituti scolastici trentini valesse come tirocinio ai fini del percorso di abilitazione. Allora la Provincia si era detta disponibile a verificare la possibilità di stipulare accordi con gli atenei che ospiteranno insegnanti iscritti nelle graduatorie di istituto trentine. Una volta effettuati i test d'ingresso, la Flc Cgil verificherà che la Provincia onori il suo impegno.

I corsi della Flc in preparazione dei tfa
La Flc Cgil e Proteo Fare Sapere di Trento hanno deciso di proseguire con gli incontri di preparazione alle prove di accesso ai tfa, iniziati a novembre e dicembre 2011. L'art.1 del Decreto Ministeriale 11 novembre 2011 fa riferimento alla seguente normativa, per quanto riguarda i contenuti delle prove di accesso:
Le prove di accesso hanno per oggetto i programmi di cui al decreto del Ministro della pubblica istruzione 11 agosto 1998, n. 357, integrati dai contenuti disciplinari, oggetto di insegnamento delle relative classi di concorso, previsti:
a) dalle indicazioni nazionali, di cui al decreto legislativo 19 febbraio 2004, n. 59 come aggiornate dal decreto del Ministro della pubblica istruzione 31 luglio 2007, "Indicazioni per il curricolo";
b) dal decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca 7 ottobre 2010, n. 211 concernente lo schema di regolamento recante "Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimento concernenti le attività e gli insegnamenti compresi nei piani degli studi previsti per i percorsi liceali di cui all'articolo 10, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 89, in relazione all'articolo 2, commi 1 e 3, del medesimo regolamento";
c) dalla direttiva del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca 15 luglio 2010, n. 57, "Linee Guida per il passaggio al nuovo ordinamento degli istituti tecnici a norma dell'articolo 8, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 88";
d) dalla direttiva del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca 28 luglio 2010, n. 65 "Linee Guida per il passaggio al nuovo ordinamento degli istituti professionali a norma dell'articolo 8, comma 6, del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 87
Questa normativa considera parte integrante dei contenuti disciplinari di ogni singola materia la conoscenza delle tematiche sulla valutazione degli apprendimenti, sulla didattica integrata e differenziata, sulle specifiche esigenze degli alunni con disabilità, sulle competenze degli organi collegiali. Per questo abbiamo programmato il seguente calendario di incontri:

VENERDI' 11 MAGGIO 2012 ore 15-18 “Valorizzazione delle differenze ed integrazione scolastica.” Dott.ssa Maria Amigoni (dirigente scolasitica dell'IC Bologna 11 ed esperta)
LUNEDI' 14 MAGGIO 2012 ore 15-18 “Disabilità, diversità, svantaggio e inclusione e scolastica.” Dott.ssa Antonella Brugnara (docente ed esperta)
VENERDI' 25 MAGGIO 2012 ore 15-18 “Scuola come comunità: come si sviluppa la leadership educativa, che cosa significa e come si collega all’autonomia delle scuole.” Dott.ssa Alessandra Sighele (dirigente scolastica ed esperta).

Tutti gli incontri si terranno presso la Sala Gabardi della CGIL di Trento in via Muredei, 8. Possono partecipare gli iscritti alla Flc CgilL o coloro che intendono iscriversi, docenti in possesso di titolo valido per l'accesso ad un qualsiasi insegnamento della scuola secondaria di primo o di secondo grado. Il corso è gratuito, ad eccezione del versamento della quota associativa a Proteo Fare Sapere (10 euro) per chi non ne fosse già in possesso. Le iscrizioni si sono chiuse lo scorso 4 maggioma per informazioni è possibile scrivere a flc@cgil.tn.it oppure telefonare ai numeri 0461 303/919-958-959

7 maggio 2012

 

 

TORNA SU