NEWS

Intervento famiglie. Cgil: “Sostegno indispensabile”

La Provincia licenzia un ddl che impegna 30 milioni di euro per sgravi Irap alle imprese e sostegni alle famiglie che registrano un calo del potere d'acquisto

Intervento famiglie. Cgil: “Sostegno indispensabile”

E' positivo il primo commento della Cgil del Trentino rispetto al varo della proposta di legge con cui la Giunta provincia intende stanziare 15 milioni di euro per il sostegno finanziario delle famiglie colpite dalla crisi e che registrano riduzioni del potere d'acquisto, misura alla quale il governo locale affianca, nel medesimo disegno di legge, sgravi Irap alle imprese per ulteriori 15 milioni di euro che si sommano ai 20 milioni di minori tasse già approvati con l'ultima legge finanziaria.

«L'intervento previsto dalla Giunta – sostiene Paolo Burli, segretario generale del sindacato di via dei Muredei – è indispensabile a sostenere la capacità di spesa delle famiglie del ceto medio e quindi a tentare di rilanciare i consumi. Lo strumento è poi sicuramente più efficace del taglio delle addizionali Irpef, attuato da altre realtà locali, che premia chi dichiara meno redditi, compresi però quelli che godono di regimi fiscali agevolati e che eludono ed evadono le tasse. In questo caso, invece, il sostegno alle famiglie trentine passerà attraverso l'indicatore Icef che rileva le reali condizioni economiche dei beneficiari, garantendo quindi una maggiore equità dell'intervento».

Ora la Cgil chiede di poter verificare la concreta attuazione della misura. «Daremo una valutazione compiuta – aggiunge infatti Burli – quando, dopo l'approvazione del Consiglio provinciale, si entrerà nel merito dell'attuazione di questo intervento, per capirne la portata e la platea dei reali beneficiari. A nostro avviso andrebbe infatti usato questo strumento per incentivare il lavoro femminile, garantendo maggiori deduzioni dal reddito valido ai fine Icef per quei nuclei in cui è presente una donna che lavora. In generale, va detto fin da subito che lo stanziamento di 15 milioni di euro è significativo».

30 marzo 2012

 

 

TORNA SU