NEWS

8 marzo. Diario di un precario (sentimentale)

Lo spettacolo offerto dallo Spi Cgil del Trentino va in scena alle ore 20.30 presso il Teatro Cuminetti di Trento.

8 marzo. Diario di un precario (sentimentale)



In occasione della Festa della Donna, lo Spi CGil del Trentino offera tutti i cittadini la messa in scena di uno spettacolo teatrale sui temi del lavoro, dei giovani e della precarietà. L'opera - di cui è possibile leggere una breve scheda di presentazione qui di seguito - sarà proposta il giorno 8 marzo alle ore 20.30 presso il Teatro Cuminetti del Centro CUlturale Santa Chiara di Trento in via Santa Croce. L'ingresso è libero e gratuito.


SCHEDA 

"Diario di un precario (sentimentale)"
di e con Maria Antonia Fama

Ok, sono sconosciuta. Donna. Del sud. Giovane. Precaria. E bassa. Ma almeno datemi una possibilità! Le avventure di Assunta Buonavolontà, attrice aspirante in cerca di occupazione “Nomen omen” dicevano i latini, il destino è nel nome. Ma cosa succede se per contrappasso il senso si capovolge? E così che Assunta Buonavolontà, brillante laureata destinata al successo, si trasforma in un’aspirante attrice in cerca di occupazione, in (continuo) equilibrio precario tra un provino e un colloquio di lavoro, un’agenzia interinale e un centro per l’impiego.

Proclamata dottoressa cum laude, e tornata dal viaggio post-laurea, Assunta dovrà fare i conti con le proprie responsabilità: mettersi a cerchiare annunci sul giornale; sostenere un colloquio per entrare in un CPI; telefonare per vendere uno strano oggetto chiamato aspira-calzini, e altro ancora. Scoprirà così che “la laurea, come il matrimonio, è il giorno più felice della nostra vita. Proprio per questo, il giorno dopo, la vita comincia a peggiorare”… Una parabola discendente delle aspirazioni, che non può concludersi se non in modo grottesco: la protagonista riconoscerà i suoi limiti e deciderà di fare “mea culpa”, con un epilogo a sorpresa… O forse, invece, scoprirà che non c’è niente di più duraturo della provvisorietà. E quindi, come in ogni storia infinita che si rispetti, non esiste un epilogo.

Diario di un precario (sentimentale) ispirato, nel titolo, al romanzo di Luìs Sepulveda “Diario di un killer sentimentale”, nasce nel 2009 come radiodramma, sulle frequenze online di Radio Articolo 1 (www.radioarticolo1.it). A giugno 2010 approda su quelle di Radio 3, dove vince il premio “Massimo Billi - Il Cantiere di Radio 3” come miglior format proposto e realizzato. Le avventure di Assunta arrivano anche alla carta stampata: “Rassegna Sindacale” pubblica il suo “Diario” in una rubrica mensile.

Da “onda sonora” a personaggio in carne e ossa, nel novembre 2010 Assunta Buonavolontà trasloca per la prima volta su un palcoscenico, ospite del “Premio Volponi per la Letteratura e l’Impegno Civile”. Poi, sul palco del Teatro Studio 1 a Roma, nel marzo 2011. Ad aprile al Forte Fanfulla, per presentare la sua intervista a Susanna Camusso, uscita sul numero speciale di “Rassegna Sindacale” per il Primo Maggio. E ancora, alla Casa del Cinema, con i precari della Funzione Pubblica, e all'Auser di Cosenza, al Circolo degli Artisti a Roma, per il “Premio Marco Rossi”. Lo spettacolo è arrivato tra i cinque finalisti dell’edizione 2011 del concorso Marte Live.

Assunta Buonavolontà è spesso al fianco dei Giovani non più disposti a tutto, come volto e voce delle campagne promosse contro la precarietà. A ottobre è salita sul palco di Piazza del Popolo, insieme a Dario Vergassola, Daniele Silvestri, Frankie Hi Nrg, come ospite del concerto “Lavoro, Cultura, Istruzione. Ricostruiamo l'Italia" organizzato dall’Flc Cgil. Il 29 febbraio esce in libreria il libro e l’audiolibro “Diario di un precario (sentimentale) edito da Ediesse. Le avventure di Assunta Buonavolontà continuano in onda tutti i lunedì alle 15.20 su www.radioarticolo1.it. Le puntate del radiodramma sono anche scaricabili in podcast dal sito.

4 marzo 2012 

 

 

TORNA SU