NEWS

DETASSAZIONE. GLI ACCORDI TERRITORIALI IN TRENTINO

Siglate le intese tra Cgil Cisl Uil del Trentino, Industriali, Artigiani e Cooperazione. Sgravi fiscali sul salario legato ad aumenti di produttività, innovazione ed efficienza organizzativa. C'è il sostegno della PAT

DETASSAZIONE. GLI ACCORDI TERRITORIALI IN TRENTINO

Sono stati sottoscritti i primi accordi territoriali per estendere anche al 2012 l'applicazione dell'aliquota sostitutiva Irpef al 10% sul salario corrisposto alle lavoratrici e ai lavoratori dei settori privati in base ad aumenti di produttività, innovazione ed efficienza organizzativa legati ad istituti dei contratti collettivi nazionali di lavoro. Dopo l'accordo con Confindustria (12 dicembre 2012), Cgil Cisl Uil del Trentino hanno promosso e sottoscritto un'intesa con l'Associazione Artigiani (18 gennaio) e con la Federazione Trentina della Cooperazione (26 gennaio), garantendo quindi l'accesso alla tassazione separata a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori delle aziende del settore.

Solo in virtù di un'intesa sindacale, infatti, anche quest'anno le aziende del comparto privato potranno riconoscere ai propri dipendenti gli sgravi fiscali non solo sul salario di produttività contrattato a livello aziendale, ma anche appunto su quello relativo alla contrattazione nazionale. 

L'intesa sindacale non è però l'unica condizione per accedere agli sgravi. Come è noto, l'aliquota agevolata si applica ai lavoratori del settore privato che non dichiarino redditi lordi oltre una certa soglia e fino ad un tetto massimo di salario accessorio (lo scorso anno erano rispettivamente 40.000 euro di reddito lordo e 6.000 euro di salario accessorio). Le soglie valide per il 2012 debbono ancora essere fissate dal Governo. Fino all'emanazione della disposizione di legge, non è possibile quindi quantificare i possibili incrementi delle buste paga delle lavoratrici e dei lavoratori interessati. 

Cgil Cisl Uil del Trentino puntano a sottoscrivere, nei prossimi giorni, analoghi accordi con le organizzazioni imprenditoriali degli altri comparti economici, in modo da estendere a tutti i lavoratori del settore privato in Trentino l'applicazione della tassazione agevolata. 

Va ricordato, infine, che la Provincia autonoma di Trento sostiene le imprese di ogni settore che stipulano accordi integrativi a livello aziendale e territoriale. La Giunta infatti ha recepito una norma della legge di stabilità nazionale, introducendo con la finanziaria provinciale (art. 10, comma 6, LP 18/2011) la possibilità per le imprese locali di dedurre dalla base imponibile dell'Irap le somme legate ad incrementi di competitività ed efficienza, erogate ai lavoratori dipendenti del settore privato in attuazione di contratti collettivi di secondo livello. 

23 gennaio 2011

 

 

TORNA SU