NEWS

Commercio. Caramelle (Filcams Cgil): “Nessuna condizione al tavolo per il contratto territoriale”

Aperta la trattativa sull'integrativo territoriale del commercio e del turismo. Ma l'Unione Commercio chiede una verifica sul rapporto col contratto nazionale separato non sottoscritto dalla Filcams 

Dichiarazioni di Roland Caramelle, segretario generale della Filcams Cgil del Trentino

«La Filcams Cgil del Trentino non può accettare che il confronto per il rinnovo dei contratti integrativi territoriali del settore commercio e turismo, bloccati ormai da lustri, venga condizionato da non ben specificate verifiche giuridiche sul rapporto tra contratto nazionale e contratto territoriale, come proposto oggi all'avvio della trattativa provinciale dall'Unione Commercio Turismo e Attività di servizio.

La Filcams Cgil non ha sottoscritto il nuovo contratto nazionale del settore commercio, a differenza di quanto accaduto per il comparto turistico dove il contratto è unitario. Non per questo ritiene di aver perso la legittimità a trattare il rinnovo del contratto integrativo territoriale. Riteniamo quindi che quello dell'Unione sia un passo falso e confidiamo che la trattativa possa riprendere immediatamente senza alcuna condizione o verifica di sorta.

Se così non sarà, si corre il rischio di mettere in discussione la legittimità di tutti gli accordi assunti a livello provinciale negli ultimi mesi. Crediamo che, per il bene delle lavoratrici e dei lavoratori del comparto in Trentino che aspettano questo rinnovo da troppi anni, la strada del riconoscimento reciproco della piena legittimità delle diverse posizioni al tavolo sia l'unica da percorrere».

16 gennaio 2012

 

 

TORNA SU