NEWS

Concorso Comunità di Valle. La diffida della Fp Cgil

In data 23 novembre 2011 la scrivente OS ha ricevuto l’informazione relativa alla pubblicazione, da parte della PAT a firma dell’Assessore agli Enti Locali e al Personale, di una selezione per mobilità riservata al personale dipendente, di ruolo, della Provincia, dei Comuni e delle Comunità di Valle finalizzata alla copertura dei posti di “Coordinatore del Settore Pianificazione delle Comunità di Valle”.

La selezione ha lo scopo di “reclutare” 25 dipendenti inquadrati nei profili di:
“collaboratore” - Cat. C livello Evoluto
“funzionario” - Cat. D livello base o Evoluto
“assistente” - Cat. C livello base – con la specifica di aver frequentato il corso di “facilitatore” organizzato dalla PAT nel 2009
ai quali attribuire la nuova qualifica con la competenza specifica da svolgere di “attività di promozione e di coordinamento tecnico-operativo per l'elaborazione e la definizione degli strumenti di programmazione territoriale e socio-economica, a servizio delle Comunità di Valle”.

I dipendenti selezionati parteciperanno ad un corso di formazione, e saranno posti in posizione di comando presso le Comunità e qualora inquadrati per mobilità nei ruoli delle stesse acquisiranno il livello immediatamente superiore e quindi :
- Funzionario esperto, categoria D, livello evoluto, se provenienti dalla Cat. D base
- Funzionario, Cat. D, livello base, se provenienti dalla Cat. C livello Evoluto
- Collaboratore, Cat. C evoluto, se provenienti dalla Cat. C livello Base

Rilevato che nonostante i protocolli sottoscritti in data 7 giugno 2006 e 29 settembre 2010 fra Provincia Autonoma di Trento (a firma dell'ass. Gilmozzi), Consorzio dei Comuni e OO.SS. FP CGIL, FPS CISL, FP UIL, con i quali si concorda che i criteri per la mobilità del personale verso le Comunità di Valle dovessero essere concertati, ciò non è ancora avvenuto e pertanto ogni previsione di mobilità del personale tra gli enti in parola è da ritenersi arbitraria,
che la previsione dell’inquadramento al livello superiore della Categoria di appartenenza o alla Categoria superiore, che comporta un inquadramento economico e/o giuridico maggiore, fatta attraverso questa modalità contrasta inesorabilmente con l’Ordinamento Professionale vigente per il personale del comparto autonomie locali dell'area non dirigenziale sottoscritto in data 20.04.2007;
che prevedere per il personale che svolge medesima mansione inquadramenti e retribuzioni differenti assume facilmente rilievo anticostituzionale, probabilmente contraddice il codice civile oltre alle regole di buona amministrazione delle risorse umane e potrebbe generare contenzioso per il riconoscimento di un unico e medesimo livello retributivo da parte dei lavoratori interessati
che prevedere una selezione laddove i titoli “pesano” solo il 30% ed il colloquio il 70% assume ineluttabilmente la caratteristica della discrezionalità praticamente assoluta
che l’informazione sull’istituzione di una nuova qualifica è stata fornita solo ed esclusivamente attraverso l’invio del bando in questione mentre l’Ordinamento prevede apposita contrattazione che la Fp_Cgil Trentino ha chiesto alla PAT con nota del 24 novembre 2011, di sospendere il bando e convocare le OO.SS. per discutere la questione nel merito e sul metodo ma che ad oggi nessuna notizia è stata fornita alla scrivente Organizzazione sindacale.

Per i motivi sopra esposti si diffida l’amministrazione in indirizzo a proseguire con la selezione in oggetto. Si chiede, nuovamente, di programmare una convocazione delle OOSS entro e non oltre MERCOLEDÌ 7 DICEMBRE 2011 e si comunica fin d’ora che in assenza di risposte si procederà senza ulteriori comunicazioni ad adire le vie giudiziarie per la repressione dell’attività antisindacale ed eventuale/contestuale segnalazione alla Magistratura contabile. Distinti saluti.

Il Segretario Generale della Fo Cgil del Trentino
Giampaolo Mastrogiuseppe

1 dicembre 2011 

 

 

TORNA SU