NEWS

Gruppo UniCredit. Il 10 ottobre sciopero anche in Trentino

L'agitazione proclamata da Fisac Cgil, Fiba Cisl, Uilca e Fabi a livello nazionale per protestare contro le esternalizzazioni. Coinvolti circa 500 lavoratori in provincia. Delegazione trentina al presidio di Milano

Sciopero nazionale il 10 ottobre prossimo per le lavoratrici e i lavoratori del gruppo UniCredit. La giornata di agitazione è stata proclamata da tutti i sindacati del settore, a partire da Fisac Cgil, Fiba Cisl, Uilca e Fabi, per protestare contro la cessione dello HR Shared Service Center, dedicato ai servizi operativi e amministrativi Risorse Umane, ad una newco controllata da una società non bancaria.

Si tratterebbe di un'operazione che prelude ad un più ampio progetto di esternalizzazioni di attività e addetti che i sindacati giudicano inaccettabile sia a fronte di prospettive sul piano industriale ancora fumose, sia in nome delle tutele contrattuali, della garanzia occupazioni e della difesa del ccnl.

In Trentino lo sciopero interesserà la totalità dei circa 500 dipendenti delle società del Gruppo UniCredit. Non saranno quindi coinvolti solo gli impiegati dei 70 sportelli bancari UniCredit, ma anche gli addetti delle altre società del gruppo, a partire da polo tesoreria di Lavis della società UniCredit Business Partner che occupa circa 60 dipendenti.

Nella giornata di sciopero del 10 ottobre, che rappresenta la prima azione di protesta all'interno di un pacchetto di iniziative per complessive 15 ore di astensione dal lavoro, si terranno tre presidi a Milano, Roma e Palermo. Alla manifestazione di Milano è annunciata la partecipazione anche di una folta delegazione trentina di dipendenti del gruppo UniCredit.

23 settembre 2011

 

 

TORNA SU