NEWS

Manovra e licenziamenti. Burli (Cgil): “Positiva la proposta di Monari”

Il segretario della Uil propone un accordo che vincoli tutte le organizzazioni sindacali trentine a non firmare accordi che prevedano la derogabilità dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori 

Dichiarazioni di Paolo Burli, segretario generale della Cgil del Trentino

«La proposta del segretario generale della Uil, Ermanno Monari, rappresenta un passo nella direzione giusta. Come Cgil, ci batteremo fino all'ultimo perché venga stralciato l'articolo 8 della manovra finanziaria che, nella contrattazione aziendale, offre la possibilità di derogare dalla legge anche per quel che riguarda l'obbligo di reintegrazione di chi viene licenziato illegittimamente.

Confidiamo che tutte le sigle sindacali a livello nazionale condividano questo obiettivo e usino questi giorni per far cambiare idea al Governo. Se poi, disgraziatamente, la norma passasse in Parlamento così com'è, vanno percorse tutte le strade utili a depotenziarne gli effetti più nefasti, dalla verifica della sua legittimità costituzionale fino agli accordi che ne escludano l'applicazione nella contrattazione di secondo livello».

8 settembre 2011

 

 

TORNA SU