NEWS

Sciopero generale. Risposta al segretario della Cisl Pomini

 

Nota della segreteria confederale della Cgil del Trentino

La Cgil del Trentino considera tutt'altro che patetico stare dalla parte dei lavoratori e dei pensionati e dimostrarlo, al di là dell'appartenenza ad una sigla sindacale, scendendo in piazza insieme a loro e a chi li rappresenta, come è successo venerdì scorso, anche in considerazione delle condizioni per certi versi drammatiche in cui versa il nostro Paese.
Anche per questo motivo, martedì 6 settembre la Cgil ha indetto lo sciopero generale che culminerà nel corteo e nella manifestazione di Trento, dove i lavoratori e i pensionati potranno riaffermare, con la loro partecipazione democratica, che un'altra manovra è possibile.
Per quanto riguarda i rapporti con la Giunta provinciale, la Cgil del Trentino assume i propri orientamenti ed esprime i propri giudizi solo nel merito delle singole questioni. Ricordiamo tra l'altro che, in Trentino, a partire dal 2008, tutte le piattaforme sindacali, tutti i documenti di osservazione, tutti i pareri e tutti i protocolli d'intesa con la Provincia o su provvedimenti della Giunta sono stati elaborati e sottoscritti unitariamente da Cgil Cisl e Uil. Nessuno escluso.
 
4 settembre 2011

 

 

TORNA SU