NEWS

Manovra. Scioperi spontanei alla Dana di Arco e Rovereto

Protesta contro l'aumento dell'età pensionabile. Nel Basso Sarca impianti fermi tra le 10 e le 11 di stamane. A Rovereto dalle 13 alle 14

I metalmeccanici trentini si mobilitano contro le novità sulla manovra finanziaria annunciate ieri dal Governo dopo il vertice di maggioranza ad Arcore. Il giudizio della Cgil sulla versione contenuta nel decreto di Ferragosto era già molto critico, tanto da aver spinto la confederazione di corso Italia a proclamare lo sciopero generale nazionale del 6 settembre prossimo.

Ora però, di fronte all'innalzamento surrettizio dell'età pensionabile a causa dell'impossibilità, stabilita ieri nell'incontro Lega-Pdl, di conteggiare tra gli anni di lavoro il periodo di servizio militare, nonché all'eliminazione del contributo di solidarietà per i redditi più alti, sostituito da fumosi provvedimenti contro l'evasione fiscale, le tute blu di alcune fabbriche trentine hanno deciso di scioperare spontaneamente per rendere palese il proprio dissenso contro misure che scaricano sempre sulle lavoratrici e sui lavoratori dipendenti i costi del risanamento dei conti pubblici.

Per questo motivo la rsu della Dana di Arco ha proclamato lo sciopero di un'ora stamane tra le 10 e le 11, con un'uscita dei dipendenti ai cancelli della fabbrica. Lo stesso ha fatto la rappresentanza sindacale dello stabilimento Dana di Rovereto dove l'astensione dal lavoro è programmata tra le ore 13 e le ore 14.

30 agosto 2011

 

 

TORNA SU