NEWS

Assunzioni docenti. La Flc incalza l'assessorato

In una lettera il vertici del sindacato scuola della Cgil del Trentino chiedono immissioni in ruolo per l'anno scolastico 2011-2012 tali da coprire i posti vacanti

All'Assessore all'Istruzione
Marta Dalmaso

Al Dirigente del Dipartimento Istruzione
Marco Tomasi

La Flc Cgil, in merito alle prossime assunzioni in ruolo dei docenti della scuola a carattere statale di Trento, chiede che venga adottata una politica di assunzione attenta alle necessità del mondo della scuola, effettuando un numero di immissioni in ruolo che copra il numero di posti vacanti per tutti gli ordini e gradi di scuola. Solo la presenza di personale stabile può garantire infatti la continuità dell'insegnamento e di tutte le attività ad esso correlate, condizioni necessarie per la qualità dell'azione educativa anche negli istituti delle zone più periferiche della provincia.

A questa richiesta si aggiunge la raccomandazione affinché l'Amministrazione proceda ad un'analisi più accurata rispetto agli anni passati dei posti disponibili per le stabilizzazioni in quanto, come più volte segnalato dalla FLC CGIL, dall'esame del quadro delle disponibilità per gli incarichi a tempo determinato, si evidenzia che il numero di cattedre temporanee è molto elevato rispetto a quello delle vacanti; questo effetto contribuisce ad innalzare la quota di organico destinato alla precarietà, andando contro sia alle legittime aspettative dei docenti a tempo determinato, molti dei quali con lunga esperienza nella scuola, sia alla richiesta di stabilità del servizio avanzata dalle famiglie e dagli studenti, che riconoscono in questo un elemento essenziale e basilare per garantire la qualità della scuola pubblica.

Si fa inoltre presente che la situazione sopra citata è stata ulteriormente compromessa dalla decisione della Provincia di non procedere con le assunzioni a tempo indeterminato per l'anno scolastico 2010/2011, a causa del ricorso presentato alla Corte Costituzionale sulla legittimità delle graduatorie provinciali di Trento; al fine di evitare che tale situazione torni a penalizzare nuovamente la scuola della nostra provincia, la FLC CGIL ha già chiesto all'Assessora Dalmaso alcuni precisi impegni; si ricorda che a tali richieste è stato risposto con una dichiarazione dell'assessore secondo cui la Giunta si è impegnata a garantire almeno 250 nuove assunzioni a tempo indeterminato e che, qualora si prolungasse l’attesa dell’esito del ricorso, l’Amministrazione procederà comunque con l’individuazione del contingente di assunzioni a tempo indeterminato, individuando gli aventi diritto anche in corso d'anno e prevedendo la retroattività giuridica della nomina al 1° settembre 2011.

Riteniamo che sia giunto il momento per dare seguito a ciò che l'Amministrazione ha promesso. Fiduciosi della Vostra autorevole attenzione, l'occasione è gradita per porgere distinti saluti.

Gloria Bertoldi
segretario generale della Flc Cgil del Trentino 

27 giugno 2011 

 

 

TORNA SU