NEWS

Primo congresso Filcem Cgil del Trentino: nasce il sindacato della chimica e dell'energia

Mario Cerutti eletto segretario generale

Primo congresso Filcem Cgil del Trentino: nasce il sindacato della chimica e dell'energiaMario Cerutti è stato eletto segretario generale della Filcem Cgil del Trentino, la nuova federazione – nata dall'accorpamento di Filcea e Fnle – che organizza le lavoratrici e i lavoratori della chimica, della gomma plastica, dell'acqua-gas e dell'energia. L'elezione è avvenuta a conclusione del congresso di fondazione della nuova categoria, che si è svolto oggi all'Hotel Adige di Mattarello. Questi i risultati della votazione a scrutinio segreto ad opera del Comitato direttivo Filcem: 27 favorevoli, 7 contrari, 11 astenuti, 2 schede bianche, una scheda nulla. Riportiamo il testo del documento conclusivo approvato dal congresso L'assise costitutiva della FILCEM CGIL del Trentino, riunita presso l'Hotel Adige di Mattarello di Trento in data 10/01/2006, alla presenza (in qualità di Centri Regolatori) dei compagni Pino Furfaro e del compagno Paolo Burli in rappresentanza rispettivamente della FILCEM-CGIL Nazionale e della Segreteria Generale della CGIL del Trentino, coerentemente con quanto stabilito dal regolamento del XV Congresso della CGIL, visto il deliberato della Direzione Nazionale della FILCEM CGIL del 12 e 13 settembre 2005, considerato il mandato conferito nelle assemblee congressuali e in base a quanto stabilito dal Direttivo Nazionale CGIL del 17 luglio 2003, ha deliberato la costituzione della FILCEM – CGIL del Trentino. I mutamenti tecnologici e organizzativi del sistema industriale, le stesse tendenze macroeconomiche, nonché il nostro particolare contesto amministrativo locale di tipo autonomistico, richiedono il potenziamento di specifiche politiche contrattuali e di accrescere la capacità propositiva del Sindacato, in particolare in materia di energia elettrica e sul sistema dei servizi. 1) In questo contesto di alto profilo politico, si colloca il processo di fusione tra la Filcea e la Fnle del Trentino. La conseguente nuova Federazione di categoria è infatti chiamata ad operare in importanti settori dell’industria (chimica farmaceutica gommaplastica vetro concia ceramica miniere), dei servizi ad alta rilevanza strategica, tecnologica e dell’energia (trasporto gas elettricità acqua gas). Questa unificazione si concretizza poi con la costruzione di organismi dirigenti rappresentativi, autorevoli, snelli e in un quadro di un preciso equilibrio economico-finanziario. La FILCEM CGIL del Trentino vanta un patrimonio di oltre 1.300 iscritti, distribuiti in un contesto produttivo e territoriale molto diversificato, in cui il settore industriale (quello più generale della chimica) e l'ambito dell'energia (in particolare gli importanti insediamenti produttivi dell' ENEL, Edison, la distribuzione elettrica di SET, delle Municipalizzate e dei Consorzi elettrici, la distribuzione del gas di Trentino Servizi e Avisio Energia, la rete di distribuzione dell'acqua) ricoprono un ruolo di estrema rilevanza per l'intero ambito socioeconomico provinciale. La decisione di costituire la FILCEM CGIL del Trentino ha, ribadiamo, una forte valenza politico-organizzativa, in particolare rispetto alle problematiche relative alla qualità dello sviluppo economico e occupazionale dell'intero comparto di riferimento. Rappresenta inoltre, l'occasione per definire un livello di confronto e di contrattazione più elevato oltre a ampliare l’azione di tutela e rappresentanza dei lavoratori, quindi conseguire importanti miglioramenti della condizione normativa, salariale e di lotta alla precarietà . 2) In questo ambito la FILCEM CGIL del Trentino nei prossimi mesi ritiene prioritario sviluppare una serie di iniziative sui seguenti temi: - Politiche industriali dei comparti di riferimento, con particolare attenzione alle problematiche energetico - ambientali, dell’uso corretto delle risorse naturali in un quadro di sviluppo compatibile. - Strategia per i prossimi rinnovi contrattuali nazionali (chimico - farmaceutico, elettrico, energia pubblica e privata, gas-acqua) ed orientamenti rivendicativi sulla contrattazione articolata. - Politiche territoriali, capaci di coniugare sviluppo - innovazione - qualità sociale e diritti nel lavoro nel contesto più ampio garantito dall'Autonomia. - Il nuovo ambito europeo, con la sfida economica, di competitività e le sue ricadute sul modello sociale. Inoltre gli ambiti e le ripercussioni delle Direttive Europee (Bolkestein, orario di lavoro, ecc.). 3) Coerentemente con questa impostazione, il conseguente assetto organizzativo vede la riconferma delle specifiche titolarità contrattuali e il presidio dei luoghi di lavoro. Contemporaneamente, attraverso il coinvolgimento dell'intero gruppo dirigente a partire dai Delegati, si intende favorire l'approfondimento di specifiche tematiche quali la contrattazione collettiva decentrata, la formazione sindacale, le problematiche ambientali e la sicurezza, i fondi complementari. Il bagaglio di esperienza contrattuale, lo stesso patrimonio storico, culturale e sindacale confluito nella FILCEM CGIL del Trentino, rappresentano un originale valore aggiunto, teso a rafforzare il ruolo di assoluto protagonismo della Categoria nel contesto locale. Al tempo stesso, genera anche una forte azione propositiva mirata a potenziare l’iniziativa della Confederazione e a dare un impulso allo sviluppo del rapporto unitario con le altre componenti sindacali nei diversi settori. Alla realizzazione di questo importante processo sono vincolati gli organismi dirigenti della FILCEM CGIL del Trentino, mentre i delegati, gli attivisti, gli iscritti sono impegnati a portare il loro attivo contributo in termini di idee, di impegno e di partecipazione . 10 gennaio 2006

 

 

TORNA SU