NEWS

Previdenza integrativa. La Regione ti dà una mano.

A disoccupati, inscritti in mobilità o cassintegrati un sostegno per massimo 36 mesi di versamenti al fondo pensione. Scadenza il 30 giugno per le difficoltà del 2010. Le domande al patronato Inca.

Previdenza integrativa. La Regione ti dà una mano.

Sei iscritto ad un fondo pensione? Risiedi in Trentino? Ha subito periodi di disoccupazione, mobilità, cassa integrazione o altre difficoltà gravi che hanno ridotto o azzerato per un certo periodo i tuoi versamenti alla previdenza integrativa? Non devi preoccuparti, su proposta dei sindacati, la Regione Trentino-Alto Adige e la Provincia autonoma di Trento hanno esteso le misure per sostenere i contributi delle lavoratrici e dei lavoratori ai fondi di previdenza integrativa.

I sostegni sono di due tipi e per il periodo acuto della crisi economica (settembre 2008-dicembre 2010) si sovrappongono garantendo di fatto un'estensione del periodo di copertura compessiva.

Il primo è un intervento regionale di tipo strutturale, compre cioè tutta la vita lavorativa dell'iscritto, ed è finanziato dalla Regione autonoma Trentino-Alto Adige/Suedtirol. Consiste nel sostegno pubblico per la copertura dei periodi di vuoto contributivo o di contribuzione ridotta ai fondi pensionistici integrativi per 36 mesi (ed un massimo di 4.600 euro complessivi per singolo lavoratore durante l'intera vita lavorativa). Viene erogato tramite PensPlan Centrum, l'istituto regionale di previdenza integrativa, su domanda dell'interessato.  Con una scadenza precisa: per i periodi di difficoltà economica conclusisi nel corso del 2010, la domanda di sostegno regionale va inoltrata a PensPlan entro e non oltre il 30 giugno 2011.

Il secondo sostegno, sempre finanziato dalla Regione ma gestito dalla Provincia autonoma di Trento, è temporaneo perché copre solo gli eventi di difficoltà economica previsti dalla legge regionale occorsi tra il 1° settembre 2008 e il  31 dicembre 2011. In pratica, chi sia stato in cassa integrazione, mobilità, disoccupazione in quei periodi e rispetti determinati requisiti, potrà ricevere dalla Provincia l'integrazione dei versamenti per 28 mesi e fino ad massimo di 4mila euro, così da poter utilizzare i sostegni di PensPlan e della Regione in un altro momento di bisogno. Il sostegno provinciale verrà corrisposto sempre previa domanda dell'interessato anche tramite i patronati sindacali. Le scadenze dell'intervento provinciale sono però diverse (si va fino al 30 giugno 2012) e la modulistica sarà disponibile solo nelle prossime settimane.

Considerata la complessità delle procedure, la Cgil del Trentino invita tutti i lavoratori interessati a rivolgersi agli infopoit PensPlan presso le sedi del patronato Inca entro il 30 giugno per verificare la propria situazione e la convenienza nel chiedere i benefici del primo o del secondo sostegno.


INTERVENTO DELLA REGIONE - scheda di sintesi
Il nuovo regolamento regionale sulla previdenza integrativa, approvato nel settembre 2010, estende le provvidenze della Regione Trentino-Alto Adige a favore degli aderenti ai fondi pensione che si trovino in difficoltà di tipo economico e familiare e che rispettino determinati requisiti. L'intervento si sostanzia nell'erogazione di somme finalizzate al sostegno dei versamenti contributivi. Queste somme vengono accantonate da Pensplan Centrum per essere poi versate al fondo pensione al momento delle richiesta di pensione complementare o del riscatto per pensionamento dell'aderente.

Beneficio 
erogazione di somme per un massimo di 4.600 euro complessivi

Periodo di copertura
Massimo 36 mesi anche non continuativi durante l'intero arco della vita lavoratativa e di iscrizione ai fondi pensione

Destinatari 
aderenti ai fondi pensioni chiusi o aperti convenzionati o meno con PensPlan Centrum

Requisiti:

  • residenza in un comune della regione da almeno 2 anni
  • adesione ad un fondo pensione da almeno 2 anni
  • versamenti non sospesi volontariamente nell'anno solare precedente la situazione di difficoltà
  • versamenti delle contribuzioni ai fondi pensione non omessi volontariamente da almeno 5 anni
  • redditto familiare inferiore a 57mila euro netti
  • patrimonio del nucleo inferiore a 114mila euro (esclusa prima casa)

Procedura
La richiesta dell'erogazione va presentata a conclusione del periodo di difficoltà o dopo 36 mesi dall'insorgere della stessa ed entro il termine massimo del 30 giugno dell'anno successivo alla conclusione o al compimento del 36esimo mese della difficoltà se continuativi. Le domande vanno effettuate sui moduli forniti da PensPlan Centrum e possono essere presentate singolarmente o collettivamente anche tramite i patronati sindacali.

Termine ultimo eventi 2010
Per i singoli eventi occorsi nel 2010 e conclusisi entro il 31 dicembre 2010, le domande vanno presentate entro e non oltre il 30 giugno 2011. Oltre quella data si perde il ditirro a beneficiare del sostegno regionale.

11 maggio 2011 

 

 

TORNA SU