NEWS

Occupazione: la situazione resta critica

Nota unitaria dei segretari generali di CGIL, CISL e UIL del Trentino

Le parti sociali e la Provincia stanno proseguendo le trattative per confermare anche nel 2011 le azioni straordinarie per l'occupazione. L'impegno del sindacato è che vengano sostanzialmente confermati gli interventi di sostegno al reddito per sospesi e disoccupati.

Per quanto riguarda la formazione - in un quadro modificato rispetto agli anni passati a causa dei minori finanziamenti concessi dalla Giunta provinciale - verrà data priorità ai lavoratori espulsi dalle aziende ed ai sospesi che vengono considerati comunque come in esubero da parte aziendale.

Verrà mantenuta una indennità di frequenza per i lavoratori che hanno perso il posto di lavoro e sono privi di ogni altro ammortizzatore sociale. Al fine di rafforzare il carattere formativo di questo intervento l'indennità sarà riservata a corsisti che hanno avuto l'ultimo rapporto di lavoro presso un'unità produttiva con sede nella provincia di Trento o in una provincia confinante.

La situazione sul fronte occupazionale resta molto critica. Nel 2011 avremo con ogni probabilità un ulteriore aumento dei numero di lavoratori licenziati e posti in mobilità. Per questo l'impegno della politica e delle parti sociali per fronteggiare questa situazione deve restare altissimo in modo da offrire tutela ai disoccupati e non da ultimo da permettere agli operatori dei centri per l'impiego di poter svolgere il loro fondamentale lavoro in condizioni adeguate.

 

Paolo Burli- segretario generale CGIL del Trentino
Lorenzo Pomini- segretario generale CISL Trentino
Ermanno Monari- segretario generale UIL Trentino

 

 


19 gennaio 2011

 

 

 

TORNA SU