NEWS

I pensionati trentini vicini ai lavoratori FIAT

Lo SPI - CGIL del Trentino prende posizione sulla vicenda di Mirafiori

Lo SPI CGIL del Trentino, costituito da generazioni di donne e uomini che con il loro lavoro, le loro lotte e i loro sacrifici, hanno saputo riconquistare democrazia e libertà, insieme a diritti e dignità, si riconoscono nella battaglia in difesa della libertà sindacale, della rappresentanza e dei valori costituzionali sostenuta dalla FIOM e dalla CGIL.
 

 

Nello stesso tempo esprimono la propria vicinanza e la loro solidarietà concreta ai lavoratori di Mirafiori, che oggi vedono contrapposta la difesa del proprio posto di lavoro ai diritti conquistati nei contratti con le loro lotte e il loro impegno di tanti anni. Si tratta di una consultazione che non garantisce una reale libertà di scelta, ma che costringe i lavoratori stessi a dolorose e laceranti rinunce, quali che siano le opzioni operate.

 

Lo SPI vede in tutto questo il tentativo di indebolire l'intero movimento sindacale e con esso una fondamentale componente della vita democratica del nostro Paese. Per questo lo SPI, forte del proprio patrimonio di esperienza e di solidarietà, ribadisce che continuerà a sentirsi parte integrante del movimento dei lavoratori e di tutti i sinceri democratici, e che continuerà a sostenere le lotte in difesa di tali valori.

13 gennaio 2010

 

 

TORNA SU