NEWS

Marsilli 1914. I lavoratori chiedono l'intervento dell'assessore all'industria

La situazione nello stabilimento di Rovereto grave: si teme una nuova liquidazione

La retribuzione di ottobre non ancora stata pagata . Ai lavoratori sospesi non garantito l'anticipo della cassa integrazione. Dal consiglio di amministrazione di venerdscorso non trapelato nulla di nuovo. Si resta in attesa dell'assemblea dei soci prevista per la prossima settimana dove, necessariamente, qualcosa di nuovo dovruscire. Questa, in due parole, la situazione in cui versa la Marsilli 1914.

Oggi i dipendenti hanno scioperato per 4 ore e si sono riuniti in assemblea. La preoccupazione tra i lavoratori fortissima: la prospettiva di una nuova liquidazione non sembra coslontana, e si avvicina lo spettro della mobilit La liquidazione della Marsilli 1914 sembra la 田ronaca di una morte annunciata gli annunci del nuovo gruppo, riguardo l'aumento di capitale e i necessari investimenti per rilanciare la produzione non hanno avuto seguito, e quanto messo sul piatto non scongiura affatto - anzi rafforza- l'ipotesi della liquidazione

I lavoratori e la FLAI CGIL chiedono con forza che si eviti di liquidare l'azienda per la seconda volta nel giro di due anni e chiedono all'Assessore Olivi un incontro per verificare la possibilitdi nuovi imprenditori disposti a immettere risorse fresche nella societ Marsilli 1014 ha tutte le potenzialit lavoratori professionalizzati e marchi conosciuti, per rimanere un azienda leader nel settore dei salumi. Non vogliamo nemmeno prendere in considerazione il fatto che l'impegno di tutti i lavoratori di Marsilli 1914 di questi ultimi 2 anni, l'impegno delle Istituzioni e l'ingente esborso di risorse pubbliche portino all'ennesima riduzione di personale, o peggio ancora, alla chiusura aziendale

Per questo, dopo le 4 ore di sciopero di oggi, la FLAI CGIL- supportata dalle lavoratrici e dai lavoratori di Marsilli 1914- ha proclamato per domani (martedì 30 ottobre) uno sciopero per l'intera giornata lavorativa

 

29 novembre 2010

 

 

TORNA SU