NEWS

I BILANCI 2009 DELL'INDUSTRIA IN TRENTINO

Il 36% delle aziende del campione chiude in perdita. Fatturato complessivamente in calo di oltre il 15%. Nel 2009 la crisi ha facidiato anche in Trentino. Difendere l'occupazione e rilanciare lo sviluppo sono le prioirtà della Cgil

I bilanci 2009 di ben 117 società e gruppi industriali presenti in Trentino, sono finiti sotto la lente di ingrandimento della Cgil del Trentino che, come ogni anno, pubblica una sintesi ragionata dell'andamento din un campione significativo di aziende.

Curata da Franco Ischia, responsabile del Dipartimento Industria e Lavoro della Cgil del Trentino, l'indagine dimostra che la crisi ha colpito in tutto il manifatturiero anche in provincia. Il dato complessivo delle aziende prese in esame registra infatti nel 2009 un calo del fatturato del 15,7%, dopo una forte frenata nella crescita del fatturato del 2008 e gli incrementi invece davvero significativi del biennio 2007-2006. Gli indici di produttività e redditività ovviamente peggiorano.

Va anche detto che sui dati incidono situazioni particolari di alcune aziende particolarmente brillanti e altre particolarmente negative.Alcune delle aziende che dai bilanci sono in forte difficoltà hanno già avviato processi di ristrutturazione o di ridimensionamento.Il dato medio non rende però fedelmente un quadro dove convivono situazioni con forti problemi con realtà di eccellenza, vediamo quindi di articolare l'analisi.

Delle 117 società esaminate 75 hanno fatto utili e 42 hanno chiuso il bilancio in perdita: le aziende in perdita sono 20 nel settore meccanico, 4 nel tessile, 7 nel chimico, 1 nell’alimentare, 6 nel cartario poligrafico, 4 nei gruppi. 19 aziende hanno aumentato il fatturato, mentre per 98 c’è stata una diminuzione.

83 aziende hanno un margine operativo positivo e 34 aziende hanno un margine operativo negativo, quindi sono in perdita ancora prima degli oneri finanziari e delle tasse (18 meccaniche, 3 tessili, 6 chimiche, 3 del settore cartario, 4 tra i gruppi). 113 aziende pagano oneri finanziari in misura inferiore al 4% del fatturato, mentre 4 aziende pagano oneri finanziari superiori al 4%. Le aziende con margine operativo negativo sono quelle che si trovano nella situazione di maggiore difficoltà.

28 ottobre 2010 

 

 

TORNA SU