NEWS

Pulizie Asis. Il sindaco Andreatta si impegna a trovare una soluzione

Gli addetti al pulimento protestano per il mancato rispetto degli accordi sulla distribuzione del monte ore

(a.g.) - L'annunciata protesta degli addetti al pulimento degli impianti sportivi di Asis, che riuniti in assemblea avevano deciso stamane di intervenire durante la conferenza dei capigruppo del Consiglio comunale di Trento, ha prodotto un primo positivo risultato.

Il sindaco del capoluogo, Alessandro Andreatta, ha infatti incontrato i lavoratori e i rappresentanti sindacali di Filcams Cgil e Uil Trasporti, ed ha annunciato loro di voler immediatamente intervenire su Asis, impegnandosi affinché nel giro di un paio di giorni si tenga un incontro tra l'Azienda speciale e i sindacati e, a partire da questo confronto, si dia una risposta concreta alle richieste dei lavoratori.

Al mattino l'assemblea dei lavoratori del lotto 1, dipendenti del consorzio temporaneo di imprese – capofila la cooperativa la Sfera - che si era aggiudicato l'appalto per la pulizie degli impianti sportivi nell'autunno 2009, aveva assunto la decisione di protestare a palazzo Thun.

Al centro della contestazione dei lavoratori – circa venti – che si occupano del lotto 1, c'è il mancato rispetto degli accordi sindacali e del capitolato d'appalto per quel che riguarda la corretta distribuzione del monte ore ordinario e straordinario. Nei giorni scorsi avevano chiesto un incontro urgente con i vertici di Asis e delle coop che gestiscono l'appalto delle pulizie, senza ricevere alcuna risposta. Di fronte al silenzio delle controparti i lavoratori avevano quindi deciso di mettere al corrente delle loro richieste i capigruppo del Consiglio comunale.

18 ottobre 2010 

 

 

TORNA SU