NEWS

Raccolta frutta. Niente aumenti ai lavoratori

Le sigle sindacali del settore chiedono incrementi salariali del 2,9 percento

Fai, Flai, e Uila Uil hanno incontrato oggi Confagricoltura (Giovanni Giugno), CIA (Stefano Gasperi) e Coldiretti (Mauro Fiammozzi) per discutere i minimi salariali dei raccoglitori di frutta scaduti ad agosto 2010.

La richiesta avanzata è quella di un aumento del 2,9% che porterebbe la tariffa oraria dagli attuali 6,90 a 7,10 euro.Confagricoltura, Cia e Coldiretti hanno preso atto della richiesta manifestata evidenziando, in prima battuta, perplessità sulla richiesta di aumento salariale.

A fronte di una ipotizzabile risposta negative delle controparti, che presumibilmente prenderà come pretesto la crisi che ha colpito l'agricoltura in generale, FAI, FLAI e UILA ritengono che le Associazioni datoriali si assumerebbero, così, la responsabilità di compromettere le relazioni sindacali, fino ad oggi positive, aprendo un fronte che potrà essere fonte di disagi e di vertenzialità diffusa per le aziende agricole trentine.

Stefano Montani (FLAI CGIL)

Tiziano Faes (FAI CISL)

Giovanni Galluccio (UILA UIL)

 

8 settembre 2010 

 

 

TORNA SU