NEWS

Comunità di valle. I sindacati del pubblico impiego chiedono un tavolo

Per Fp Cgil, Fps Cisl e Uil Pa serve concertazione e informazione permanente tra Provincia, Consorzio dei comuni trentini e Organizzazioni sindacali sull’avvio delle Comunità di Valle

In data odierna, presso l'Assessorato all'Urbanistica e Enti Locali, si è riunito il tavolo di concertazione, alla presenza delle OO.SS., della Dott.ssa Gentile, del Dott. Fedrigotti e del Dott. Gardelli, per proseguire l'esame delle modalità per i trasferimenti del personale in attuazione della riforma istituzionale.

Le OO.SS. hanno richiesto di firmare a breve un protocollo d’intesa con l’Assessore in cui si definiscano i principi e le modalità per l’assegnazione del personale alle Comunità di Valle, fermo restando che il personale dei Comprensori, dove questo coincide con la Comunità di valle, transiterà in blocco nelle rispettive realtà territoriali .

Nella prima fase d’applicazione della riforma il personale della PAT non sarà coinvolto nell’avvio dei nuovi enti.La riunione è stata aggiornata a fine settembre, quando l'Assessorato avrà a disposizione i dati riguardanti i carichi di lavoro svolto dai dipendenti dei comprensori e dei comuni, necessari per costruire i modelli organizzativi sul territorio, in base alle necessità specifiche di ciascuna Comunità.

Il tavolo sarà aggiornato a fine settembre, anche alla luce dei dati raccolti dal servizio Statistica della PAT sull’organizzazione del lavoro attualmente in essere negli enti territoriali del Trentino, al fine d’arrivare alla firma del protocollo di cui sopra.

Mirko Carotta FP CGIL Trentino

Roberto Vivian CISL FPS Trentino

Silvia Bertola UIL Fpl Trentino       

1 settembre 2010 

 

 

TORNA SU