NEWS

Venerdì 9/7 sciopero dei trasporti

Agitazione indetta da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa Trasporti, Faisa e Fast per il nuovo contratto della mobilità fermo da due anni. Tutto itrasporti bloccati per 24 ore dalle 21 di giovedì 8 luglio. Tren

I sindacati del settore trasporti hanno unitariamente indetto uno sciopero nazionale nei giorni 8 e 9 luglio. «Sarà quindi sciopero anche in Trentino – ricorda Paolo Sboner, segretario generale della Filt Cgil del Trentino – con l'intero settore del trasporto che si fermerà dalle ore 21 di giovedì 8 alle 21 di venerdì 9 luglio».

Saranno garantiti i servizi minimi del trasporto pubblico. In particolare i treni viaggeranno dalle 6 alle 9 del mattino e dalle 18 alle 21 di venerdì 9. Lo stesso giorno gli autobus circoleranno invece dalle 5.30 alle 8.30 del mattino e dalle ore 17 alle 19 della sera. La mobilitazione nasce dal blocco del negoziato sul CCNL Mobilità da parte di due delle associazioni datoriali (Anav e Asstra), che il 24 giugno hanno abbandonato il tavolo delle trattative presso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

«Questa rottura unilaterale – spiega Sboner - è stato un atto di arroganza assolutamente irresponsabile che ha messo una seria ipoteca sulla prosecuzione della vertenza». I sindacati hanno responsabilmente chiesto la riapertura del confronto, consapevoli che in ballo ci sono interessi di natura pubblica: trattative che sono state riavviate, pur in assenza di una posizione datoriale unitaria.

Nonostante questo, i sindacati hanno rimesso sul tavolo una controproposta illustrata a Roma mercoledì 7 luglio in un incontro convocato dal Ministro dei Trasporti. L'esito del confronto è stato negativo e le organizzazioni sindacali hanno confermato lo sciopero già indetto.

Alle associazioni datoriali i sindacati chiedono di regolare la parte economica dell’anno contrattuale 2009, di attivare – immediatamente dopo la pausa estiva – le trattative per il rinnovo del CCNL del Trasporto Pubblico Locale e del CCNL delle Attività Ferroviarie e completare così, al termine di questo percorso, anche la definizione delle parti economiche per l’intera vigenza contrattuale 2009-2011.

7 luglio 2010

 

 

TORNA SU