NEWS

Icef. Nuove deduzioni in attesa dell'indicizzazione

Intesa tra Provincia e sindacati sull'indicatore della condizione economica familiare. Mille euro di deduzioni per il lavoro femminile mentre si potranno defalcare tutte le spese per la non autosufficienza 

Icef. Nuove deduzioni in attesa dell'indicizzazione

E' stato ratificato con una delibera dalla giunta provinciale il verbale d'intesa tra la Provincia Autonoma di Trento e le organizzazioni sindacali che modifica la disciplina dell'Icef in Trentino.Tra le novità introdotte dall'intesa sindacale, oltre alla possibilità di dichiarare la totalità delle spese per l'assistenza ai familiari non autosufficienti, va segnalata l'introduzione di una deduzione specifica per il lavoro femminile.

In aggiunta ai 2.500 euro che già oggi non vengono calcolati ai fini Icef quando in presenza di minori lavorano entrambi i genitori, da luglio verrà introdotta un'ulteriore deduzione di 1.000 euro per ogni donna che, all'interno di un nucleo famigliare costituito da almeno due componenti, abbia svolto un'attività lavorativa.

«Abbiamo chiesto questa nuova deduzione – ricorda Franco Ianeselli della segreteria Cgil – perché vogliamo incentivare il lavoro femminile in tutti quei nuclei familiari in cui oggi, per una scelta volontaria, la donna non lavora».Per la Cgil del Trentino si tratta di una novità importante che rende più equo lo strumento di valutazione della condizione economica.

«Ma la manutenzione dell'Icef – avverte il sindacalista – dovrà continuare anche nei prossimi mesi. Tra l'altro alcune possibili modifiche sono già state concordate al tavolo provinciale per le tariffe».

Ianeselli si riferisce in particolare all'indicizzazione dei parametri Icef all'andamento del costo della vita. «Oggi – spiega il segretario confederale di via dei Muredei – il sistema non tiene conto dell'inflazione e ciò produce effetti distorsivi sul calcolo dei redditi ai fini Icef. Avevamo già raggiunto un'intesa in sede tecnica. E' un peccato che si sia persa l'occasione per tradurla in delibera. Il protocollo afferma che l'indicizzazione verrà affrontata come argomento prioritario al tavolo sulla spesa corrente. Ribadiamo però fin da ora che l'indicizzazione deve essere introdotta al più presto».

21 giugno 2010

 

 

TORNA SU