NEWS

CIG E MOBILITA' IN TRENTINO

I dati 2007 confermano che le piccole imprese licenziano più di quelle grandi. I dati dell'occupazione in Trentino tra 2004 e 2006.

CIG E MOBILITA' IN TRENTINONel 2007 si è ridotto consistentemente il ricorso alla cassa integrazione ordinaria. Rispetto a 2005 e 2006 in calo anche i valori il ricorso alla cassa integrazione straordinaria conseguente a ristrutturazioni e crisi aziendali con cessazioni di attività (equivalente a circa 300 unità lavorative anno). Si registra invece un picco degli iscritti in mobilità a dicembre 2007 che raggiungono quota 2.537 dei quali 900 stanno lavorando. Nello stesso mese 111 licenziati da imprese industriali e 177 da piccole imprese sotto i 15 dipendenti. La media annua 2007 è però inferiore rispetto al 2006: 2.425 iscritti contro 2.463. Gli iscritti licenziati dalle piccole aziende (meno di 15 dipendenti) sono i due terzi, mentre un terzo provengono dall'industria (con più di 15 dipendenti). Nel corso del 2007 i licenziati per crisi o riduzione sono stati 1.633, di cui 536 nell'industria e ben 1.097 nelle piccole aziende di tutti i settori. Si conferma anche nel 2007 il trend rilevato negli ultimi anni in Trentino. In percentuale sul totale, continuano infatti a calare i licenziati dall'industria mentre permane il dato di crescita dei licenziati provenienti dalle piccole aziende. Il ricambio in lista ha riguardato più della metà degli iscritti. Il livello di persone ricollocate è significativo considerato che mediamente 1.040 stanno lavorando, seppure con contratti a termine. (a cura di Franco Ischia, dipartimento industria e lavoro della Cgil del Trentino)

 

 

TORNA SU