NEWS

Federalismo fiscale. «Limitati i danni per il Trentino»

Per i segretari generali di Cgil Cisl Uil, è importante il trasferimento delle competenze sugli ammortizzatori sociali. Scarica l'accordo di Milano. 

Federalismo fiscale. «Limitati i danni per il Trentino»


Dichiarazioni dei segretari generali di Cgil Cisl Uil del Trentino, Paolo Burli, Lorenzo Pomini ed Ermanno Monari

 

 

«L'accordo tra Governo e Province Autonome di Trento e Bolzano limita il danno arrecato alle finanze pubbliche del Trentino e dell'Alto Adige dall'avvio del federalismo fiscale e chiude una volta per tutte il contenzioso sull'attribuzione della quota variabile dei trasferimenti statali accumulata nel corso degli ultimi dieci anni.

 

 

 

In prospettiva il federalismo fiscale sottrarrà al Trentino circa 550 milioni di euro all'anno. L'accordo di ieri la Provincia dovrebbe però preludere all'acquisizione di nuove competenze anche in campo fiscale, offrendo così un quadro certo al sistema di finanziamento del bilancio dell'Autonomia. Ciò implica indirettamente una comune assunzione di responsabilità da parte di tutte le parti sociali e, in particolar modo, delle istituzioni locali al fine di ridurre al massimo gli sprechi di risorse e di adottare strategie capaci di rinvigorire la crescita del sistema economico locale e delle disponibilità della finanza pubblica.

In questo senso, riteniamo importante il trasferimento alla Provincia delle competenze in materia degli ammortizzatori sociali, se questo consentirà al Trentino di rendere più equo e universale il sistema di protezione sociale per chi perde o vede sospeso il proprio lavoro. Un welfare sempre più inclusivo, sul modello dei Paesi del nord Europa, è un fattore decisivo per contemperare l'esigenza di un maggiore dinamismo economico con la necessità di estendere gli ammortizzatori sociali, potenziare la formazione professionale e qualificare servizi alla rioccupabilità per tutte le lavoratrici e i lavoratori. Anche in questo modo si aumenta la capacità del nostro territorio di creare valore

Naturalmente sarà necessario valutare con attenzione gli aspetti tecnico-politici di tale trasferimento non dando nulla per scontato. Anche per questo motivo oggi, come organizzazioni sindacali, abbiamo inviato una lettera al presidente della Giunta Lorenzo Dellai per chiedere un incontro tecnico per l'illustrazione dei contenuti dell'accordo e delle prospettive in ordine all'acquisizione di nuove competenze».

 

1 dicembre 2009

 

 

 

TORNA SU