NEWS

Riforma scuola. Niente delibera, giovedì un conchiuso di giunta sui piani di studio

Nota unitaria di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Gilda degli Insegnanti a conclusione del vertice con l'assessore provinciale all'istruzione Marta Dalmaso

Riforma scuola. Niente delibera, giovedì un conchiuso di giunta sui piani di studio

 

Si è tenuto questo pomeriggio su richiesta delle forze sindacali l'incontro tra l'assessore provinciale all'istruzione Marta Dalmaso e le organizzazioni trentine delle lavoratrici e dei lavoratori della scuola, Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Gilda degli insegnanti.

 

A conclusione dell'incontro, i sindacati hanno preso atto che la giunta provinciale, diversamente da quanto annunciato nei giorni scorsi, nella seduta di giovedì non intende approvare la delibera che renderebbe operativi i nuovi piani di studio per il secondo ciclo delle scuole superiori in Trentino.

 

 

Giovedì in giunta approderà esclusivamente un conchiuso con il quale l'esecutivo provinciale intende dare ufficialità alla bozza di documento con la revisione dei piani di studio. Il conchiuso di Giunta – a detta dell'assessore Marta Dalmaso – è un passaggio formale indispensabile ad aprire il confronto con le organizzazioni sindacali e con il mondo della scuola. A questo proposito l'assessore all'istruzione ha sostenuto che, per dare spazio alla discussione, la delibera potrà essere adottata anche a febbraio dell'anno prossimo.

Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Gilda degli Insegnanti, hanno ribadito all'assessore la necessità che il confronto coinvolga la confederazioni sindacali e approfondisca i contenuti dei nuovi piani di studio sotto tutti i punti di vista (qualità dell'offerta formativa, organici degli insegnanti, coerenza dei curricula con il quadro nazionale, ecc.) per giungere ad una proposta largamente condivisa. A questo proposito, i sindacati di categoria proseguiranno domani il confronto operativo con i tecnici dell'assessorato a partire dalle bozze del documento che è già stato parzialmente modificato sulla base delle prime osservazioni giunte dalle scuole e dalle organizzazioni sindacali.

Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Gilda degli Insegnanti ribadiscono ad ogni buon conto lo stato di agitazione del personale della scuola trentina e annunciano che proprio giovedì, contestualmente alla prevista riunione di giunta, organizzeranno un presidio in piazza Dante di tutti le lavoratrici e i lavoratori della scuola per riaffermare la necessità che su tutti gli aspetti della riforma della scuola secondaria superiore in Trentino il confronto sia reale e partecipato.


30 novembre 2009

 

 

TORNA SU