NEWS

Istituti professionali. Bertoldi (Flc Cgil): “I percorsi formativi non verranno aboliti”

Incontro in Provincia. Bertoldi: “E' mancata chiarezza. Ora assemblee tra il personale”. Un verbale sancirà l'intesa tra sindacati e assessorato

Istituti professionali. Bertoldi (Flc Cgil): “I percorsi formativi non verranno aboliti”«Nelle settimane scorse, sul destino degli istituti professionali è mancata chiarezza da parte della Provincia. L'incontro di oggi è stato invece positivo perché l'assessore Dalmaso ci ha ribadito l'intenzione di voler mantenere in essere i percorsi formativi offerti oggi dagli istituti professionali. Questi ultimi quindi non verranno aboliti, ma trasformati in istituti tecnici».

Gloria Bertoldi, segretaria generale della Flc Cgil, si dice parzialmente soddisfatta all'uscita dell'incontro che, dopo le polemiche scatenate dalla delibera dell'11 settembre sulla revisione dei piani di studio, questo pomeriggio ha messo attorno ad un tavolo i sindacati di categoria, l'assessore provinciale all'istruzione Marta Dalmaso, oltre a Mario Turri, Arduino Salatin e Crescenzo Latino in rappresentanza del gruppo di studio della Pat per la modifica dei percorsi formativi.

Ma per sciogliere ogni dubbio, la Flc Cgil attende nelle prossime ore la definizione di un verbale di intesa tra sindacati e l'assessorato all'istruzione. Poi si aprirà il confronto con il personale degli istituti professionali che, nei giorni scorsi, avevano paventato la soppressione di questa specifica offerta didattica, ponte tra formazione professionale e istituti tecnici.

«La Provincia – aggiunge Bertoldi – intende collocare i percorsi formativi oggi incardinati negli istituti professionali, all'interno dei nuovi piani di studio degli istituti tecnici e sembra volerne garantire la piena dignità e salvaguardarne la peculiarità. Ciò avverrà attraverso una maggiore flessibilità dell'offerta didattica, ovvero modulando orari e discipline insegnate all'interno di questi specifici percorsi professionali. Se quest'impostazione verrà confermata, tutto ciò potrebbe anche rafforzare la spendibilità dei titoli di studio».

Ora come detto si attende la condivisione di un verbale d'intesa per chiarire definitivamente la questione. «Resta inteso – conclude la segretaria della Flc – che l'ultima parola spetta alle lavoratrici e ai lavoratori e che per questo nei prossimi giorni organizzeremo le assemblee del personale negli istituti professionali. Crediamo però che l'incontro di oggi rappresenti una premessa utile a far tornare il sereno nei rapporti tra docenti e assessorato».

 

14 ottobre 2009

 

 

TORNA SU