NEWS

Sciopero Fiom. Grasselli: "Successo dei metalmeccanici"

Sciopero di otto ore per il contratto voluto dalla sola Fiom. Alta l'adesione nelle maggiori fabbriche metalmeccaniche in Trentino. GUARDA il video.

Sciopero Fiom. Grasselli:

 

Dichiarazioni di Roberto Grasselli (segretario generale della Fiom del Trentino)

 

 

″Lo sciopero di oggi ha avuto un esito positivo vista l'alta adesione alla protesta dei lavoratori, nonostante la crisi in atto. A ciò si aggiunge la folta partecipazione di lavoratori trentini alla manifestazione di Milano chiusa stamane dal segretario nazionale Gianni Rinaldini.

Nel complesso si è trattato di una grande giornata di democrazia che rafforza le posizioni della Fiom in ordine alla vertenza per il rinnovo del contratto nazionale.

 

 

A Confindustria ribadiamo le nostre proposte: l'impegno al blocco dei licenziamenti, la firma di un contratto ponte con le regole antecedenti il 22 gennaio, la defiscalizzazione degli aumenti e il potenziamento degli ammortizzatori.

Dagli imprenditori ci attendiamo ora maggiore responsabilità. I lavoratori sono quelli che più di tutti subiscono le conseguenze della crisi. Per loro e quindi anche per la Fiom, difesa dell'occupazione, qualificazione dei posti di lavoro e rilancio delle politiche di insediamento delle imprese, sono nodi cruciali per la crescita dell'economia anche in Trentino.

Ora tocca a Federmeccanica fare la prossima mossa, abbandonando le rigidità dimostrate fin qui. I lavoratori reclamano con forza un contratto dignitoso sul quale possano avere davvero l'ultima parola col proprio voto„.

 

Qui di seguito riportiamo alcuni, primi dati sull'adesione allo sciopero in Trentino.

Whirlpool - Spini di Gardolo: 100%

Ebara - Cles: 80%

Siemens -Gardolo: 30%

Adige - Levico: 50%

Coster2 - Caldonazzo:50%

Ariston Thermo Group - Rovereto: 75%

I&T -Trento: 75%

Isaf - Storo: 60%

 

9 ottobre 2009

 

 

TORNA SU