NEWS

Cgil Cisl Uil: “L'unità è impegno e patrimonio comune”

Nota dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil del Trentino, Paolo Burli, Lorenzo Pomini ed Ermanno Monari sul dibattito in merito all'unità sindacale

Cgil Cisl Uil: “L'unità è impegno e patrimonio comune”

“In riferimento al dibattito avviato circa l’unità sindacale tra Cgil, Cisl e Uil del Trentino, come segretari generali riteniamo di dover puntualizzare che, al di là delle contingenze storiche e sociali e delle differenze che attraversano le nostre organizzazioni nazionali, essa è da sempre un impegno e un patrimonio comune delle nostre tre organizzazioni.

All'interno di un'inevitabile e sana dialettica di idee - presente tra l'altro in ogni soggetto sociale che faccia della democrazia il proprio fondamento – quella dell'unità è in primo luogo una pratica quotidiana che nasce nei singoli luoghi di lavoro e che si estende a livello confederale.

In Trentino, dove la stretta attualità ci ha confermato quanto insieme si possano raggiungere traguardi decisivi per migliorare le tutele e promuovere i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, delle pensionate e dei pensionati, il nostro impegno in questa direzione non verrà meno.

Le aspettative di larga parte dei lavoratori e dei pensionati trentini ci chiedono di continuare nello sforzo comune alla ricerca della sintesi delle posizioni, della coesione nell'azione sindacale e in una sempre più solida e piena unità di intenti per perseguire, in piena autonomia dalla politica, gli interessi concreti del mondo del lavoro.

Questa aspettativa non va delusa e Cgil Cisl e Uil del Trentino faranno ogni sforzo per andare oltre le visioni ideologiche e, guardando alle migliori esperienze del Nord Europa, trovare strumenti sindacali capaci di puntare alla partecipazione piuttosto che alla conflittualità e in questo modo perseguire il bene comune e contribuire allo sviluppo della nostra terra”.

25 agosto 2009

 

 

TORNA SU