NEWS

Poste. Tessari (Slc Cgil): “Accordo Poste Italiane-sindacati contro il decreto Tremonti”

L'accordo firmato a Roma stabilisce un impegno comune ad escludere Poste Italiane dai limiti alle assunzioni fissati all'art. 19 del decreto anti crisi.

Poste. Tessari (Slc Cgil): “Accordo Poste Italiane-sindacati contro il decreto Tremonti”

 

Dichiarazioni di Daniela Tessari (Slc Cgil del Trentino)

 

 

«Stasera a Roma i vertici nazionali di Slc Cgil, Slp Cisl e Uilpost Uil hanno sottoscritto un avviso comune con Poste Italiane SpA in ordine alle disposizioni contenute all'articolo 19, comma 1, del decreto legge 78/2009, il cosiddetto decreto anti crisi voluto dal ministro Tremonti. Come si sa, l'articolo prevede il blocco totale delle assunzioni anche per quanto riguarda l'azienda di servizi postali.

Nell'intesa siglata questa sera si stabilisce che sindacati e azienda, anche sulla base di precedenti accordi volti al contenimento della precarietà, si impegneranno in tutte le sedi istituzionali affinché venga adottato uno specifico provvedimento finalizzato ad escludere Poste Italiane SpA dal campo di applicazione della norma anti assunzioni, salvaguardando così qualità ed efficienza del servizio offerto dall'azienda e confermando la validità degli accordi passati in tema di stabilizzazione dei precari.

Ciò detto, il confronto si sposta a livello parlamentare e governativo. La battaglia quindi non è conclusa ma è stato fatto un primo importante passo. L'azienda infatti ha convenuto che, se non potrà procedere alle assunzioni già programmate, non potrà rispettare gli standard di qualità richiesti dalle convenzioni per il servizio di recapito.

Anche in Trentino quindi dovremo tornare a mobilitarci, a favore sia dei precari storici che hanno diritto ad una progressiva stabilizzazione, sia per la conferma delle assunzioni a termine indispensabili, nel periodo estivo, a garantire il servizio di recapito su tutto il territorio provinciale come richiesto a gran voce nei giorni passati anche dal Consorzio dei Comuni».

14 luglio 2009

 

 

TORNA SU