NEWS

Scuola. Bertoldi (Flc Cgil): “Sostanziose immissioni in ruolo”

Lo ha chiesto il sindacato della scuola all'assessore Dalmaso per dare risposta agli insegnanti precari. Bertoldi: “Dati certi sulla copertura delle cattedre con personale di ruolo”

Scuola. Bertoldi (Flc Cgil): “Sostanziose immissioni in ruolo”

 

«L'incontro di ieri con l'assessore provinciale alla scuola Marta Dalmaso è stato complessivamente positivo. Ora però attendiamo risposte concrete a partire dalla questione degli organici, delle prossime immissioni in ruolo e dei precari».

E' il commento di Gloria Bertoldi, segretaria della Flc Cgil del Trentino, sull'esito del vertice di ieri tra i sindacati e l'assessore Dalmaso dedicato alle problematiche della scuola secondaria superiore in Trentino. Proprio la Flc Cgil, nei giorni scorsi, aveva indirizzato una lettera all'assessore avanzando alcune specifiche richieste rispetto all'imminente nomina di nuovi insegnati di ruolo, a copertura delle cattedre vacanti. «Sulla questione – ricorda Bertoldi – abbiamo sollecitato l'assessore e i dirigenti del servizio istruzione a fornirci dati chiari e incontrovertibili rispetto al grado di copertura delle cattedre. Fino ad oggi l'informazione è stata parziale e poco trasparente. Quest'anno ci attediamo nuove immissioni in ruolo decisamente più sostanziose rispetto all'anno passato, considerato l'aumento complessivo degli alunni e l'alto numero di pensionamenti tra il personale docente».

In pratica, per il sindacato Cgil della scuola è necessario intervenire a garanzia dei tanti precari che anche dopo molti anni, continuano a lavorare nelle classi della scuola trentina con contratti di supplenza, rinnovati, quando va bene, di anno in anno. Su questo versante la Flc ha chiesto un tavolo di confronto per verificare sia il numero dei precari, sia le prospettive di stabilizzazione. «L'assessore Dalmaso – precisa Bertoldi – ci ha comunicato che dopo il 26 giugno organizzerà un incontro ad hoc su questa questione. Solo dopo quella data infatti saranno disponibili gli ultimi aggiornamenti sul reale grado di copertura delle cattedre con personale di ruolo».

Oltre alla questione degli assistenti educatori delle coop sociali impiegati nella scuola e ai problemi di sottodimensionamento di organico e alla carenza di formazione per il personale tecnico amministrativo, nell'incontro di ieri si è parlato anche della riforma dell'articolazione dei licei voluta dalla ministro Gelmini. «L'assessore Dalmaso – annuncia la segretaria della Flc Cgil – si è detta disponibile ad attivare un tavolo di concertazione con le organizzazioni sindacali per definire come tradurre a livello contrattuale le novità introdotte dal ministero e quelle derivanti dai nuovi piani di studio della scuola trentina».

17 giugno 2009

 

 

TORNA SU