NEWS

Federazione scuole materne. Fp Cgil e Fpl Uil firmano l'accordo

Venerdì sera, il via libera delle due sigle. Ridotti a 2 gli esuberi che potranno sostituire eventuali esodi volontari. Marighetti (Fp Cgil): “Abbiamo disinnescato una mina”

Federazione scuole materne. Fp Cgil e Fpl Uil firmano l'accordo «Con l'accordo raggiunto ieri a tarda sera, abbiamo disinnescato la mina in extremis. Il confronto con la Federazione delle scuole materne è stato lungo e difficile, ma ha portato i frutti che auspicavamo. Di fatto, abbiamo annullato quasi tutti gli esuberi di personale amministrativo annunciati dalla Federazione».

Sono parole di Moreno Marighetti della Funzione Pubblica Cgil che, insieme alla Fpl Uil, venerdì a tarda sera ha siglato l'accordo con i vertici della Federazione delle scuole materne per limitare gli esuberi previsti dal piano di riorganizzazione interno varato dopo l'addio alla Federazione di alcune scuole dell'infanzia, che hanno dato vita ad un secondo ente gestore.

In pratica, grazie all'intesa di ieri, gli esuberi scendono da otto a due e viene formalizzato l'impegno da parte delle Federazione di ricollocare al proprio interno i due esuberi rimanenti nel caso di un esodo volontario di altri dipendenti. «In sostanza – spiega Marighetti – se nelle prossime settimane, nel contesto del normale turn over di personale, alcuni dipendenti dovessero decidere di cambiare lavoro o ente, questi dovranno essere necessariamente sostituiti dal personale oggi in esubero. Il personale così ricollocato avrà la garanzia, anche a fronte di una modifica delle proprie mansioni, di essere inquadrato al medesimo livello e di ricevere la stessa retribuzione attuale».

Solo la Fps Cisl non ha siglato l'accordo al tavolo delle trattative. «Non entro nel merito delle scelte altrui – commenta Marighetti -. So solo che, grazie a questo accordo, possiamo concretamente confidare di riuscire a ridurre a zero i licenziamenti dopo che ne erano stati annunciati ben otto».

 

13 giugno 2009

 

 

TORNA SU