NEWS

Tonale. Beccati (Filt Cgil): “Daldoss doveva intervenire prima”

Alla vigilia dell'agitazione, il sindaco di Vermiglio scrive a tutti i lavoratori. Beccati: “Peccato che Daldoss non sia intervenuto prima per aiutare il dialogo”

Tonale. Beccati (Filt Cgil): “Daldoss doveva intervenire prima”

Il comunicato di venerdì 23 gennaio, prima della revoca

Confermato lo sciopero di domenica 25 gennaio sulle piste del Tonale. I dipendenti della Carosello Tonale SpA incroceranno le braccia per tutto il giorno per protestare contro il mancato rinnovo del contratto aziendale, scaduto ormai 8 mesi fa, per i 40 dipendenti fissi e stagionali della società di impianti a fune.

Dunque, domenica sulle piste del comprensorio tra Lombardia e val di Sole sarà difficile sciare. «Ci spiace molto – precisa Antonio Beccati, segretario della Filt Cgil del Trentino – essere giunti a questa scelta così dolorosa. Fino a stamattina abbiamo cercato di trovare una soluzione alle vertenza per scongiurare lo sciopero, contattando i vertici della società. Di fronte al silenzio dell'azienda, non avevamo però altra possibilità, se non quella di confermare l'agitazione: nonostante gli ingenti investimenti pubblici di Trentino Sviluppo per 2,5 milioni di euro solo nel 2009, purtroppo l'azienda non intende accordare aumenti dignitosi ai suoi dipendenti».

Proprio oggi, intanto, alla vigilia dello sciopero di domenica, il Comune di Vermiglio, azionista della società Carosello Tonale SpA, ha scritto una lettera a tutti i dipendenti, ai delegati e al cda della stessa azienda. La lettera riporta la firma del sindaco di Vermiglio Carlo Daldoss, che interviene espressamente in quanto sindaco del centro turistico solandro. «La società Carosello – si legge nella lettera del sindaco Daldoss - si fonda su un “patto” non scritto di solidarietà e responsabilità tra azionisti e operai. La società dovrà affrontare scelte strategiche per il non sostenibile numero di dipendenti fissi. “Rompere” un dialogo è questione di un attimo – conclude il sindaco -, ricostruirlo ci vuole tanto tempo».

«Ci spiace – commenta Beccati – che il sindaco di Vermiglio non abbia inteso rendere partecipe la Filt Cgil delle sue riflessioni. Al sottoscritto infatti Daldoss non ha indirizzato la sua lettera che anche per questo potrebbe apparire un velato tentativo di condizionare i dipendenti prima dello sciopero. Ma siamo dispiaciuti anche e soprattutto perché l'autorevolezza del sindaco poteva tornare utile durante la trattativa. Daldoss insomma avrebbe fatto bene ad aiutare la società a trovare una mediazione sul contratto. I lavoratori, i sindacati e gli utenti delle piste del Tonale gliene sarebbero stati davvero grati perché lo sciopero sarebbe stato evitato. Anche perché la stessa azienda, per voce del suo Presidente, Lino Daldoss, afferma oggi sui quotidiani locali che “il sindacato si è comportato bene cercando di metterci d'accoro”».

23 gennaio 2009

 

 

TORNA SU