NEWS

Appa. "Garantire autonomia. L'organico va potenziato"

Nota dei segretari generali Cgil Cisl e Uil del Trentino Ruggero Purin, Lorenzo Pomini, Ermanno Monari sull'indagine della Procura della Repubblica sulla discarica di Monte Zaccon

Appa.

Dichiarazioni dei segretari di Cgil, Cisl e Uil del Trentino

Negli ultimi mesi il tema dei controlli ambientali – dal caso degli sversamenti nel sito Europa Steel di Mezzolombardo ai rifiuti presenti nella ex cava di Monte Zaccon e nella discarica di Sardagna, fino ai controlli sulle emissioni dell'Acciaieria di Borgo – ha suscitato più di una preoccupazione nell'opinione pubblica e tra i lavoratori.

Cgil Cisl e Uil del Trentino, oltre ad esprimere piena fiducia nell'operato della magistratura, rinnovano il proprio appello alla politica provinciale, affinché metta in atto le iniziative necessarie per garantire trasparenza nella informazione ai cittadini e per giungere ad eventuali modifiche nel sistema dei controlli di tipo normativo, organizzativo e amministrativo.

In questo senso, Cgil Cisl e Uil auspicano un'azione tempestiva in seno alla terza Commissione permanente, anche attraverso la consultazione di tutti i soggetti interessati, comprese le organizzazioni sindacali. Decisivo il tema dell'autonomia dell'Appa e dell'intero sistema dei controlli.

Cgil Cisl e Uil esprimono apprezzamento per l'intenzione, manifestata dall'assessore provinciale all'Ambiente, di operare un potenziamento dell'organico Appa. I lavoratori ed il sindacato, da  troppo tempo, hanno segnalato il problema della insufficienza del personale preposto all'attività di controllo, insufficienza che si è via via aggravata a causa del blocco del turnover.

Ora ci aspettiamo che alle buone intenzioni, compiute tutte le verifiche del caso, seguano rapidamente i fatti. 
 

23 dicembre 2008

 

 

TORNA SU