NEWS

Dana, dal 15 cassa integrazione per tre giorni tutti a casa

La crisi Interessa 350 lavoratori dello stabilimento

 Dana, dal 15 cassa integrazione per tre giorni tutti a casa              

Non è inattesa - le maestranze lo sapevano da tempo - ma comunque è uno di quei segnali che certo non parlano di tranquillità nell'economia lagarina. Alla Dana di Rovereto sono previsti tre giorni di cassa integrazione ordinaria. I 450 dipendenti della fabbrica metalmeccanica rimarranno a casa a partire dal 15 ottobre.

L'azienda, che produce giunti cardanici, è una delle realtà più importanti del basso Trentino: due gli stabilimenti avviati, una ad Arco e l'altra a Rovereto, che danno lavoro a 900 persone. Due realtà a cui si aggiunge quella di Castelnuovo. I tre giorni di riposo forzato non sembrano il sintomo di una crisi più seria. Ma certo sono il segnale di una situazione da monitorare.

Certo è che la Dana è una delle realtà più solide del basso Trentino, passata indenne anche dalla crisi della prima metà degli anni 2000, capace anche - meno di due anni fa - di ampliare la base occupazionale.

Negli ultimi mesi la multinazionale è stata toccata da una seria crisi finanziaria, che ha tuttavia colpito esclusivamente le filiali americane, attualmente in amministrazione controllata per evitare il fallimento.

 

 

TORNA SU