NEWS

Metalmeccanici. Verso lo sciopero per la salute e la sicurezza

Riuniti oggi i direttivi unitari di Fim Fiom Uilm. Le tre organizzazioni chiedono un incontro con l'assessore Gimozzi sul caso Europa Steel.

Metalmeccanici. Verso lo sciopero per la salute e la sicurezza

 

 

DOCUMENTO CONCLUSIVO APPROVATO DAI DIRETTIVI UNITARI DI FIM-FIOM-UILM DEL TRENTINO NELLA RIUNIONE DEL 29 SETTEMBRE 2008 

Oggi, 29 settembre 2008, dopo ben sette anni, si sono riuniti congiuntamente i direttivi di tutte e tre le organizzazioni sindacali dei metalmeccanici trentini. Questo, già di per sé, è un segno tangibile di una situazione ritenuta drammatica di attacco all'intera categoria dei lavoratori metalmeccanici e all'intero mondo del lavoro.

I direttivi unitari di FIM FIOM UILM, riunitisi presso la sala circoscrizionale di Piedicastello, al termine della riunione hanno approvato quanto segue:

  • esprimono sollievo per come si è conclusa la vicenda che ha visto coinvolta nelle scorse settimane l'Europa Steel, con la saggia decisione dell'azienda di riaprire la contrattazione aziendale e di non procedere col licenziamento del delegato e RLS Luigi Campagna, a cui esprimono la piena solidarietà;

  • danno mandato alle segreterie di FIM FIOM UILM di chiedere ufficialmente un incontro con l'assessorato all'Urbanistica e Lavori Pubblici della Provincia autonoma di Trento, al fine di chiedere chiarimenti in merito al comportamento tenuto dall'APPA (Agenzia Provinciale per la Protezione dell'Ambiente) in occasione della segnalazione fatta dalle OOSS su presunti sversamenti nel terreno di sostanze inquinanti avvenuti presso l'Europa Steel, in merito alla quale non sarebbe stata garantita la riservatezza della segnalazione;

  • impegnano le segreterie di FIM FIOM UILM a proclamare un'ora di sciopero provinciale dell'intera categoria: per il diritto alla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro; per sensibilizzare gli organi pubblici preposti al controllo ad una maggiore trasparenza e ad una maggiore collaborazione coi Rappresentanti dei Lavoratori alla Sicurezza e all'Ambiente aziendali e territoriali; per manifestare contro un crescente clima di intimidazione nei luoghi di lavoro, specie nelle piccole e medie aziende, nei confronti dei delegati sindacali e degli iscritti al sindacato;

  • sostengono le segreterie di FIM FIOM UILM in tutte le iniziative di mobilitazione che saranno adottate in riferimento alla condanna ricevuta da 14 manifestanti (5 sindacalisti e 9 operai della Whirlpool, a cui va la più ampia solidarietà) in occasione dello sciopero del 16 gennaio scorso per il rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici;

  • impegnano le segreterie a promuovere una campagna di informazione e di coinvolgimento di tutti i lavoratori metalmeccanici ed anche delle altre categorie del lavoro dipendente, per giungere ad una iniziativa a livello provinciale per rivendicare il diritto e la libertà di manifestare civilmente per le proprie ragioni.

Approvato con 103 voti favorevoli e 2 contrari.

29 settembre 2008

 

 

 

TORNA SU