NEWS

Elezioni. Bruno Dorigatti si è dimesso dalla Cgil

L'ex segretario della confederazione lascia dopo 40 anni di militanza. Candiderà alle provinciali del 26 ottobre per porre un argine al centrodestra di Divina

Elezioni. Bruno Dorigatti si è dimesso dalla Cgil

Bruno Dorigatti, già segretario generale della Fiom e della Cgil del Trentino, lascia ufficialmente il sindacato. Lo fa con una lettera indirizzata ai segretari generali della CGIL, Ruggero Purin, e dello SPI, Giuliano Rosi, con la quale conferma la volontà di candidare alle elezioni provinciali del 26 ottobre e la conseguente decisione di dimettersi da tutte le cariche.

Le dimissioni non sono un atto dovuto. Lo statuto della Cgil prevede infatti la sospesione dagli organismi dirigenti per sei mesi all'atto della candidatura. Ma, come scrive l'ex segretario generale della Cgil nella sua lettera, era necessario un atto di coerenza. "Ho sempre sostenuto - dice Dorigatti - che la nostra Confederazione non dovrebbe essere considerata un porto di mare tra mandato sindacale e incarico politico".

Stamane quindi, per l'ultima volta, Dorigatti ha partecipato al direttivo del suo sindacato, quello dei pensionati ed ha ricevuto i saluti di tanti compagni ed amici che insieme a lui hanno partecipato alle lotte più importanti di questi ultimi quarant'anni di vita del sindacato.

Nei giorni scorsi anche il segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani aveva voluto ringraziare Bruno Dorigatti del suo decennale impegno a favore di lavoratori e pensionati.   

 

 

 

 

TORNA SU