NEWS

Europa Steel. L'azienda arretra, revocato lo sciopero

Oggi incontro in Confindustria con i vertici dell'azienda. Niente licenziamento per il delegato sindacale. Confermata la trattativa sul contratto aziendale

Europa Steel. L'azienda arretra, revocato lo sciopero

Alla luce delle iniziative di lotta messe in atto e di quelle programmate da Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil - seguite alle ritorsioni della Europa Steel sui lavoratori dopo una segnalazione della Fiom all'Appa, il gruppo Acciaierie Venete, che controlla Europa Steel, ha contattato le organizzazioni sindacali per chiedere un incontro urgente.

Il confronto, al quale hanno partecipato Michele Guarda per la Fiom, Fausto Francesconi per la Uilm e Giuseppe Minnici, responsabile delle risorse umane del gruppo Acciaierie Venete SpA, si è tenuto stamane presso la sede di Confindustria a Trento.

L'azienda ha ufficialmente comunicato di non voler procedere al licenziamento del delegato Luigi Campagna, sospeso dal lavoro nei giorni scorsi, ed ha dato la propria disponibilità a proseguire le trattative per il rinnovo del contratto aziendale. Inoltre, ha garantito che il premio di risultato per il 2008 non sarà in ogni caso inferiore a quello dello scorso anno.

Guarda e Francesconi hanno preso atto delle comunicazioni dell'azienda e hanno revocato le 8 ore di sciopero previste per la giornata di domani. Alla Europa Steel quindi domani si lavorerà regolarmente.

Per quanto riguarda infine l'inquinamento dei terreni adiacenti lo stabilimento di Mezzolombardo e gli eventuali rischi per la salute dei lavoratori e dei cittadini, Fiom e Uilm confidano nel fatto che le autorità competenti sapranno fare luce al più presto luce su tutta questa preoccupante vicenda.

25 settembre 2008

 

 

TORNA SU